L’etichetta, questa sconosciuta, quando intesa come educazione, creanza, bon ton, galateo, in particolar modo a tavola, trova pochissimi adepti. Anche negli ambienti più elevati, se si esclude la nobiltà, è quasi raro trovare gente che del bon ton a tavola fa uno stile di vita.

Si cari miei perché pure io che ci tengo tantissimo all’educazione a tavola, sono circondata da amici e parenti che non ne vogliono sapere. Da sempre sono molto attenta a queste cose anche se da poco ho conosciuto Emily Post e la sua Etiquette.

E oggi voglio coinvolgere anche voi in questa mia fissazione. Voi che siete gente di mondo, frequentatori di ristoranti e vi capiterà sicuramente di vedere: bocche ruminanti aperte, gomiti sul tavolo mentre si portano il boccone alla bocca, tovaglioli rigorosamente chiusi come fossero un elemento decorativo e non necessari a pulire la bocca, e così via.
Con voi voglio discutere di tutta una serie di cose che accadono a tavola, non tutte per il momento, solo alcune. Cominciamo, quindi, snocciolando i punti di maggior importanza:

1) Buon appetito! Errore!! Dire buon appetito per molti è un atto di cortesia, in realtà è sbagliato iniziare il pasto così. Il motivo? Per i nobili la tavola era un’occasione per conversare, creare sinergie, talvolta alleanze e quindi il cibo era il piacevole contorno alla conversazione, non un’occasione per sfamarsi, gli aristocratici non arrivavano affamati a una tavola formale. Ecco perché augurare buon appetito non è corretto. L’inizio del pasto deve avvenire in silenzio, ascoltando, semmai, il padrone di casa.

2) Il gomito è già proprio lui quella parte del corpo che va tenuta assolutamente fuori dal tavolo mentre si mangia, anche perché diciamolo non si può vedere un gomito sopra il tavolo con la forchetta in mano, è pure scomodo portare il boccone alla bocca in quella posizione, ma come cavolo fate!?
La buona notizia è che poggiare leggermente i gomiti sul tavolo tra un piatto e l’altro, o quando abbiamo finito di mangiare, non è sbagliato.

3) Il tovagliolo partendo dal presupposto che una volta seduti al tavolo vi siete sistemarsi il tovagliolo sulle ginocchia, ricordate che ogni volta che vi alzate dal tavolo è bene appoggiarlo alla sinistra del piatto, lasciandolo aperto ma nascondendo eventuali macchie. Mai, ripeto mai, lasciarlo sulla sedia.

4) La scarpetta, così detta, espressione tutta italiana non traducibile, e cioè inzuppare il pane nel sugo o in una salsa. Sappiate che anche se fatto con eleganza (al ristorante aiutatevi con la forchetta) il galateo non transige è un gesto da non fare ma che gli chef apprezzano. E quindi vedete voi…..

5) Lo stuzzicadenti assolutamente no! Non va usato in nessun caso a tavola, anche se vi è rimasta tra i denti la qualunque (in questo caso recatevi dal dentista in più presto possibile) è vietatissimo l’uso dello stuzzicadenti, proprio non vanno messi in tavola, se non per aiutarsi a portare alla bocca gli stuzzichini dell‘aperitivo. Nel caso fosse necessario rimuovere il cibo incastrato tra i denti, recatevi alla toilette, lì al riparo da occhi altrui potete procedere con l’esportazione come meglio credete.

E per ora basta così, gli elementi da memorizzare sono sufficienti e sono i più importanti.

Alla prossima…..

Join the conversation! 31 Comments

  1. Il bon ton della tavola: regole semplici che hai esposto in modo facile e divertente.
    Maryd

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  2. Caspita, noto con un po’ di vergogna (perchè sono la prima a sbagliare) che la maggior parte di queste buone regole sono ormai andate perse. Ad esempio, per me non esiste iniziare un pasto senza augurare “Buon appetito!”. E anche i gomiti… ah, se penso quanto insiesteva la mia mamma!Eppure, spesso me ne dimentico!

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  3. Ahah! Mi piace il tono ironico con cui dai lezioni di bon ton… E poi ho scoperto cose nuove: per esempio che i gomiti si possono appoggiare tra una portata e l’altra. Comunque, io la scarpetta la faccio! A meno che non sia a dieta…

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  4. Che poi se vai in altri Paesi, il bon ton ha altre regole. Sì all’educazione, no all’elenco etichette!

    Mi piace

    Rispondi
  5. I gomitiiiii!! Lo sappiamo, ma a volte è davvero dura riuscire a farlo 😬😬 c’è anche la regola delle 3 P: Pizza, Pollo e Pane si possono mangiare con le maniii!! 😋

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  6. i miei figli mi prendono sempre in giro perché valuto i loro amici da come stanno a tavola . Certe regole fanno parte di una educazione che va oltre lo stare a tavola . Da come si comporta la gente durante un pasto si possono capire davvero tante cose ….

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  7. A 27 anni mio papà mi sgrida ancora per la questione dei gomiti, se me ne dimentico!Forse è per questo che al ristorante ci faccio sempre particolarmente caso ^^

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  8. Devo ammetterlo: ho sempre pensato che non dire buon appetito fosse maleducazione!
    E oggi vengo a scoprire che è l’esatto opposto! 😮

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  9. Tutte linee guida da seguire ma noi da buoni napoletani infrangiamo sempre il punto 4 : LA SCARPETTA!!!! Come evitarla? ahahaah 😉

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  10. Alcune cose le sapevo, altre no. ahah è stato divertente ricordarsi che esistono certe buone maniere……ma mi sa che alcune cose rimarranno per sempre, scarpetta in primis!!!!!

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  11. Un ripasso sull’etiquette non fa mai male.
    Anche se, ricordo, che le regole cambiano molto da Paese a Paese. Ricordiamoci sempre di informarci quando si viaggia, per non fare brutte figure.
    😉

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  12. Da bambina ero fissata con il galateo, dopo che lessi un libro dedicatovi. Poi crescendo naturalmente, ho preso alcune cattive abitudini come la scarpetta a tavola e dire buon appetito. Però ciò accade solo a casa, al ristorante spesso evito sopratutto la scarpetta perché sono sbadata da morire e se non sto attenta a come mangio, rischio di sporcarmi come una bimba 😅😂

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  13. Il peggio secondo me è lo stuzzicadenti, una cosa che trovo davvero di pessimo gusto

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  14. Mai accettato lo stuzzicadenti! Orrendo! Ma sai che invece ho scoperto da poco che mangiare gli spaghetti con il cucchiaio non è “da etichetta”? sono rimasta sconvolta perchè io, invece, lo faccio perchè lo trovo molto elegante: permette di arrotolare gli spaghetti senza schizzare, senza fare rumore e soprattutto di portarli alla bocca senza piegarsi, perchè il “rotolo” mi viene perfetto. (io odio l’atto di chinarsi per portare il boccone alla bocca)

    Liked by 1 persona

    Rispondi
    • In realtà non la sapevo nemmeno io quella del cucchiaio. Comunque mi rendo conto che a tavola c’è chi fa attenzione a molte cose e ha un comportamento decoroso e chi proprio non fa caso a nulla, nemmeno, appunto, alle cose più orrende: lo stuzzicadenti e la bocca aperta ruminante…..

      Liked by 1 persona

      Rispondi
  15. Molto interessante questo tuo post! Devo ammettere la mia ignoranza, non ero al corrente di tutte le regole del galateo! Soprattutto per quanto riguarda il Buon Appetito! E devo ammettere anche che ehm, tendo sempre a fare la scarpetta quando un piatto mi piace molto 🙂 prometto di migliorare!
    Ps. Lo stuzzicadente però no, odio chi lo usa!!

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  16. Il gomito… l’ho imparato alle elementari a non tenerlo sul tavolo! La mia maestra delle elementari mi sgridava sempre se li mettevo… ma non capivo mai! Poi l’ho ringraziata! 😉

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  17. Meno male che oggi giorno c’e meno galateo ma piú buon senso. Sono daccordo per i gomiti ma io adoro dire buon appetito 🙂 Comunque è raro che vada in ottimi ristoranti… spero di essere abbastanza educata per i miei standard!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

About Mademoiselle Champagne

Viaggiatrice e gourmet. Coltivatrice di interessi e passioni, tra le quali la scrittura, la fotografia, l'arte, il cibo e il vino e molto altro. Autrice del romanzo L'amore a colpi di Champagne.

Categoria

LIFESTYLE

Tag

, , , , , ,