Edimburgo, se la vedi ti innamori! Cosa vedere e cosa fare nella capitale della Scozia

Sono arrivata a Edimburgo alle 23.00 quando in città era sceso il buio già da molte ore e mentre il taxi mi portava in albergo ho potuto ammirare la città semi deserta, vi assicuro che i palazzi medievali avvolti dell’oscurità sono uno spettacolo incredibile, che da solo vale la visita. Città tenebrosa e affascinante al tempo stesso, tanto che sembra di essere in una fiaba gotica alla Tim Burton.

L’indomani ho potuto invece ammirare l’Edimburgo vivace e piena di vita, un luogo seppur ombroso, per via della sua architettura, anche ricco luce e con molte aree verdi.
A colorare ulteriormente la città nei giorni della mia visita, poco prima di Natale, l’atmosfera creata dell’area dei mercatini di Natale in East Princes Street Gardens.

Se c’è un luogo che mi ha stupita e affascinata allo stesso tempo in modo incredibile al primo approccio è proprio Edimburgo. La sua natura malinconica e romantica, affascina e cattura senza appello.

edimburgo1

Ma iniziamo a raccontare Edimburgo e cosa c’è da vedere e da fare.

La capitale della Scozia è adagiata lungo la costa scozzese orientale e sorge sul Firth of Forth, l’estuario del fiume Forth che sfocia nel Mare del Nord, è soprannominata “Atene del Nord” per il suo patrimonio architettonico e culturale.
Edimburgo è intrigante e affascinante, entra prepotentemente nell’animo di chi la vive ma anche di chi la visita, preparatevi quindi a farvi stregare dalla capitale della Scozia, è una città magica, ricca di leggende e storia ed è immersa in uno scenario da favola.
Non per niente scrittori famosi hanno tratto ispirazione per alcuni personaggi leggendari come Sherlock Holmes, Dr Jekyll e Mr Hyde ed Harry Potter.
A Edimburgo è obbligatorio perdersi tra le sue strade intrise di leggende, gallerie d’arte e musei, dove si respira storia a in ogni angolo. Passeggiate nei vicoli acciottolati della Old Town e ammirate i magnifici palazzi georgiani della New Town. Sia la Città Vecchia e la Città Nuova sono Patrimonio UNESCO.
La zona centrale, quella dove si concentrano le maggiori attrazioni è abbastanza circoscritta, è semplice girarla a piedi e farete un sacco di sport, è il posto ideale per chi vuole rassodare i glutei, data la massiccia presenza di scalini e salite, non troppo lunghe ma parecchio intense, ma in quei luoghi (su e giù per le scalinate) scoprirete angoli incredibili, quindi fatele!
Una sezione particolare la merita la meravigliosa Royal Mile.

ROYAL MILE

Per scoprire l’essenza di Edimburgo fatevi una passeggiata in Royal Mile (il Miglio Reale) il viale medievale fatto di ciottoli lungo, appunto, un miglio che unisce il Castello di Edimburgo, a Ovest, al Palazzo di Holyrood, storica residenza dei sovrani di Scozia, a Est.

royalmileedimburgo
Royal Mile

Il viale ha ai lati antichi palazzi sviluppati in altezza, antico esempio di grattacieli, i quali sono attraversati da un dedalo di vicoli e sottopassaggi chiamati CLOSE dove è d’obbligo addentrarsi per immergersi nella vera atmosfera scozzese medievale, alcuni hanno ripide scalinate dove potete trovare antichi pub ma anche locali innovativi, il museo dedicato agli scrittori, ristoranti esclusivi e boutique e dove, un tempo, avvenivano efferati crimini, come gli omicidi seriali compiuti da William Burke e William Hare.
Molti dei closes sul lato destro (andando verso il Castello) portano in Market Street e quindi ai Princess Street Gardens.

Royal Mile è divisa in sei zone:

Castlehill e Castle Esplanade

Sono le due zone più vicine al castello e le più antiche della città, da qui nasce Edimburgo. Castlehill è la collina dove si erige il castello, Castle Esplanade si trova di fianco all’ingresso del Castello e, in quello spazio aperto, che un tempo veniva usato per mettere al rogo le streghe, oggi si tiene il Tattoo Festival.

castello
Castle Esplanade

Nei pressi del castello c’è lo Scotch Whisky Heritage Centre e se siete appassionati di whisky e vi incuriosisce la storia del famoso distillato scozzese, questo è un luogo obbligato, potrete ripercorrere i suoi trecento anni di storia, conoscere segreti e le tappe della lavorazione del distillato per eccellenza, inoltre, cosa più importante, potrete partecipare a una straordinaria degustazione e, grazie agli esperti, imparare a distinguere i Malt Whisky (whisky al malto) dai Grain Whisky (whisky di grano). Consiglio di prenotare. In alternativa al piano interrato c’è il bar dove potrete assaggiare whisky o scegliere per la degustazione di 4 whisky tra una serie di opzioni.
L’”acqua della vita”, perché così chiamano lo whisky gli scottish, vi aspetta!

caste.jpg

Lawnmarket

Lawnmarket consiste in un tratto di strada di un centinaio di metri tra The Hub (la chiesa trasformata nella sede del Festival di Edimburgo) e Bank Street, la strada che porta alla Bank of Scotland. Stante la vicinanza al Castello questa zona è disseminata di negozi di souvenir e fino al XVII secolo la via ospitava il mercato del lino.
Al civico 477/B trovate Glastone’s Land, dimora del XVI secolo appartenuta a un commerciante dell’epoca, quando stava per essere demolita fu salvata dalla National Trust di Scozia, qui, grazie agli oggetti e all’atmosfera che si respira nelle sue sei stanze, potrete immergervi nella quotidianità dell’Edimburgo di 400 anni fa.

High Street

High Street è la zona più famosa della Royal Mile dove trovate la maggior parte dei negozi di abbigliamento scozzese, vetrine con capi in lana e tartan abbondano. Entrateci e rimarrete affascinati dai kilt, dalla miriade di sciarpe tartan, dai berretti, dalle giacche in tweed e da tutti in caratteristico abbigliamento scozzese; lungo High Street anche molti ristoranti e pub. In High Street troviamo anche la Cattedrale di St. Giles.

giles
St. Giles – photo Marina Morgan

Se come me subite il fascino dei luoghi oscuri e sotterranei vi consiglio la visita guidata, di un’oretta, dei vicoli che si trovano sotto la strada di Mary King’s Close. Un labirinto intricato di sottopassaggi dove, nel XVII secolo, viveva un’umanità disperata. Rimasto chiuso al pubblico per molti anni, questo luogo è stato teatro delle storie delle vittime di pestilenze e di assassini, oggi protagonisti delle leggende della città.

the-real-mary-kings-close
Mary Kings Close

Canongate

Fino al 1856 Canongate era un borgo indipendente e infatti, lungo la Jeffrey Street, si trovava la muraglia che divideva Edimburgo e Canongate, tanto che all’incrocio tra la Royal Mile e Jeffrey Street è possibile scorgere le targhe che delimitavano la porta della città.
Fatevi una pinta al pub The World’s End, così chiamato proprio perché, per molti edimburghesi, questo punto segnava la fine del mondo. La credenza stabiliva che chi usciva dalla porta della città molto probabilmente non ci sarebbe mai più rientrato.
A quell’epoca, a causa degli alti dazi e del pericolo di briganti e ladri, gli abitanti di Edimburgo trascorrevano tutta la loro vita all’interno della città fortificata, senza mettere il naso fuori e capire cosa accadeva nel mondo esterno.

Fate visita alla chiesa dal portone rosso di Canongate, e al suo cimitero dove ci sono le tombe dei famosi fantasmi del luogo.

cannongate
Chiesa di Cannongate

COS’ALTRO VEDERE NELLA OLD TOWN

CASTELLO DI EDIMBURGO

Il castello di Edimburgo sorge su un vulcano spento, o meglio su una collina vulcanica (Castle Hill) da cui si gode uno dei panorami più belli della città, dall’alto della sua figura imponente. il castello, uno dei più famosi di Scozia, domina la città.
Nel castello sono custoditi i tesori della Corona Scozzese, si possono visitare le sale e musei, fanno bella mostra i cannoni come il gigantesco Mons Meg e lo One O’Clock Gun, che spara tutti i gironi alle 13.00 in punto.
Vanno visitate St Margaret’s Chapel, la parte più antica del castello che risale al XII secolo, la Sala Grande, edificata da James IV nel 1510, lo Scottish National War Memorial, edificata dopo la Prima Guerra Mondiale custodisce al suo interno 400 anni di storia militare, e la Batteria della Mezza Luna, il bastione semicircolare che conferisce al castello la sua originale forma, costruita da Regent Morton nel tardo XVI secolo.
Dove si trova: Castlehill, Edinburgh EH1 2NG

castello
Panoramica sul Castello di Edimburgo

THE WRITERS’ MUSEUM E MAKARS’ COURT

Il Museo degli Scrittori (gratuito) è depositario di manoscritti, ritratti e ricordi personali di tre grandi scrittori scozzesi: Robert Louis Stevenson, autore del celeberrimo “Lo strano caso del Dr. Jeckyll e Mr. Hyde”, Robert Burns, importante figura della letteratura scozzese e Sir Walter Scott, inventore del moderno romanzo storico.
La Città della letteratura, come definita l’UNESCO, non poteva non avere un museo dedicato ai suoi più celebri autori.
Il museo accoglie inoltre mostre temporanee dedicate ad altri importanti scrittori scozzesi contemporanei e del passato.
Fuori dal museo, nel cortile medievale Makars’ Court, lastre di metallo posate al suolo vedono incise alcune delle citazioni dei più celebri autori scozzesi. Buona lettura!
Dove si trova: Lawnmarket, Lady Stair’s Close, Edinburgh EH1 2PA

writers

GRASSMARKET

Una delle piazze più famose della Old Town, sorge all’ombra della roccia del Castello ed è stata un punto di riferimento in quanto luogo di mercato della città per 500 anni.  Nella piazza, avvenivano inoltre, esecuzioni pubbliche, linciaggi e omicidi, qui infatti i famigerati William Burke e William Hare cercavano vittime per il loro terribile commercio di cadaveri.
La zona adesso è molto vivace grazie ai suoi storici pub, nei quali nel tardo pomeriggio è quasi impossibile entrare e anche la notte è frequentata per via dei night-club presenti. Nelle vie intorno alla piazza troverete anche tanti negozi, tra cui un caratteristico negozio di stregoneria.
Fermatevi per pranzo in uno dei tanti pub che vi espongo in seguito.

grassmarket
Grassmarket

VICTORIA STREET

Risalendo da Grassmarket verso Royal Mile percorrerete Victoria Street, voluta dalla regina Vittoria, da cui prende il nome, come arteria di comunicazione tra le due zone, era la strada dello shopping per la nobiltà dell’epoca.
Senza dubbio una delle vie più importanti di Edimburgo, disseminata di originali caffè, ristoranti, piccoli negozi di abbigliamento e accessori vintage. Una delle vie più fotografate di Edimburgo grazie alla sua posizione. Conosciuta come “La strada a 2 piani” è caratteristica grazie alle facciate delle vetrine coloratissime e all’imponenza dei palazzi in stile gotico che la circondano e la sovrastano. Uno scenario che merita di essere fotografato da più angolazioni, sia il giorno che la notte.
victoria

victoria street2
Victoria Street

HOLYROODHOUSE PALACE

Il palazzo custodisce al suo interno segreti oscuri e inconfessabili, fra le sue mura la Regina di Scozia, Mary Stuart, incinta di qualche mese, ha assistito all’assassinio del suo segretario italiano David Rizzio, commissionato dal geloso Lord Darnley, suo secondo marito. Si trovano tutt’ora nel palazzo effetti personali di Maria Stuarda, molti dei quali, risalenti al periodo in cui venne incarcerata.
Il palazzo di Holyroodhouse è la residenza ufficiale in Scozia della regina Elisabetta.
Negli appartamenti di stato del Palazzo è possibile ammirare la magnifica Great Gallery, sede di sontuosi balli organizzati da Bonnie Prince Charlie. Gli appartamenti di Stato sono inoltre rinomati per i soffitti in stucco, per la collezione di arazzi di Bruxelles e per le opere d’arte della Collezione Reale.
La visita al Palazzo, offre inoltre, la possibilità di esplorare le rovine di Holyrood Abbey e i bucolici giardini del palazzo che si trovano sullo sfondo dello spettacolare Arthur’s Seat, la punta massima del gruppo di colline che fanno parte del Holyrood Park, un pezzo di paesaggio montano selvaggio nel centro della città.
Dove si trova: Canongate, Edinburgh EH8 8DX

Holyrood-Palace.jpg
Holyrood Palace

DEAN VILLAGE

Un piccolo e affascinante villaggio sulle sponde del Leith, fondato nel XII secolo dai frati dell’Abbazia di Holyrood. Sembra di essere in piena campagna scozzese in realtà si trova a pochi minuti dal centro della città. Sul ponte che attraversa il fiume si gode una bellissima vista delle piccole case che costeggiano la strada.

dean.jpg
Dean Village

CALTON HILL

Calton Hill è il Belvedere, un luogo dove recarsi per ammirare l’intera città, offre un panorama su palazzi, strade e monumenti.
Sulla collina sono presenti delle piccole costruzioni ispirate alla cultura greca, tra cui il Nelson Monument, il Burns Monument e National Monument, un edificio incompiuto ispirato al Partenone.
Calton Hill è anche il principale punto di riferimento per i festeggiamenti del Beltane Fire Festival, che si tiene ad Aprile.
Dove si trova: a Est di Princes Street, a Est della Città nuova

calton-2.jpg
Calton Hill

LE GALLERIE NAZIONALI SCOZZESI

A Edimburgo ci sono ben cinque gallerie nazionali che si trovano in diversi angoli della città, anche i più esigenti dal punto di vista artistico, vedranno soddisfatte le proprie aspettative.
National Gallery of Scotland, in collaborazione con la limitrofa Royal Scottish Academy, accoglie le più importanti collezioni artistiche di Tiziano, Monet, Gauguin e molti altri.
La Scottish National Portrait Gallery racconta gli ultimi 500 anni di storia scozzese attraverso dei bellissimi ritratti, qui troverete i personaggi più importanti della Scozia, da Robert Burns a Sean Connery.
Scottish National Gallery of Modern Art e la Dean Gallery sono dedicate a opere moderne.
Dove si trovano: National Gallery of Scotland e Royal Scottish Academy, The Mound, Edinburgh EH2 2EL; Scottish National Portrait Gallery, 1 Queen St, Edinburgh EH2 1JD; Scottish National Gallery of Modern Art  e Dean Gallery, 75 Belford Rd, Edinburgh EH4 3DR.

gallerie
National Gallery of Scotland

ROYAL BOTANIC GARDEN

Il Giardino Botanico Reale di Edimburgo, creato nel 1670, da due medici che coltivavano piante medicinali, inizialmente si trovava a Holyrood, venne trasferito a Inverleith nel 1820 (due chilometri dal centro) per salvaguardarlo dall’inquinamento della città.
Il Giardino Botanico Reale è, prima di tutto, un centro sperimentale e di conservazione delle specie naturali, ma è anche uno dei luoghi preferiti dagli abitanti di Edimburgo dove amano andare a trascorrere qualche ora di relax.
Il giardino di 28 ettari è suddiviso in diverse aree, ognuna delle quali dedicata a un tipo specifico di vegetazione, i più amati dai visitatori sono: il Giardino Commemorativo della Regina Madre, la Collinetta Cinese, il Giardino Boscoso o il Giardino della Roccia.
Il giardino ha anche delle serre (Glasshouses) in cui ci sono più di 2400 piante peculiari provenienti da molte zone della terra.
Vale la pena vederle, anche se sono a pagamento, tutto il resto è gratuito.
Se volete ricaricare le pile dopo una mattinata passata a musei o a fare shopping il giardino botanico è l’ideale, in un paio d’ore attraverserete le montagne dell’Indonesia, i boschi australiani, i deserti arabi o la selva dell’Amazzonia.
E quindi perdetevi nel Giardino Botanico Reale di Edimburgo!
Dove si trova: Arboretum Pl, Edinburgh EH3 5NZ

garden
Royal Botanic Garden

THE ROYAL YACHT BRITANNIA

The Royal Yacht Britannia è un’altra delle attrazioni di Edimburgo, oggi è una nave museo, dal 1954 al 1997 è stata la nave ufficiale della famiglia reale, progettata per essere uno dei rifugi della famiglia reale durante la guerra fredda e per diventare nave ospedale in caso di guerra: La nave, utilizzata da Carlo e Diana per il loro viaggio di nozze, ha partecipato a circa 700 visite all’estero e circa 270 in Gran Bretagna.
The Royal Yacht Britannia attira non solo gli appassionati di nautica e di storia inglese, ma anche tutti coloro che vogliono vedere da vicino gli alloggi e le cabine che, per tanti anni, hanno “ospitato” la famiglia reale.
Dove si trova: Ocean Dr, Edinburgh EH6 6JJ

050-lights__2_2_jpg--

The Royal Yacht Britannia

BUTE HOUSE O GEORGIAN HOUSE

Si tratta di uno degli edifici più amati dagli scozzesi, si trova in Charlotte Square, elegante quartiere di Edimburgo nel cuore della New Town, a pochi passi da Princes Street ed è la residenza del Primo Ministro.
Bute House anche detta la Casa Georgiana vale la pena visitarla per capire come vivevano i benestanti di Edimburgo nel XVIII secolo. Stanze sontuose pregne di oggetti antiquariato, preziosi arredi e argenterie, appartenuti alle famiglie scozzesi più facoltose. La Georgian House è un palazzo di tre piani progettato nel 1791 da Robert Adam, uno dei più importanti architetti scozzesi.
Nei sotterranei della dimora georgiana vi sono le camere da letto della servitù, la cantina e la cucina restaurata ma con al suo interno pentole, padelle e altri utensili d’epoca.
Potrete inoltre assistere a un breve video sul passato della New Town di Edimburgo.
Non scordate di dare un’occhiata allo stupendo giardino, accessibile solo ai residenti nella piazza e aperto al pubblico in occasione di importanti eventi come l’Edinburgh International Book Festival, che si tiene ad Agosto.
Dove si trova: 6, Charlotte Square, Edimburgo

bute house
Ingressi di Bute House

PRINCES STREET GARDENS

Il più famoso giardino di Edimburgo è un’ampia area verde che si estende parallela a Princes Street ed è tagliata da una collina artificiale, si trova tra la Old Town e la New Town. Il giardino fu costruito nel 1820, dopo una lunga opera di prosciugamento del lago Nor’ Loch.
Nella zona ovest dei giardini fa bella mostra l’orologio floreale, decorato da migliaia di piante colorate. Da vedere Ross Fountain, una struttura in ghisa dipinta d’oro, composta da statue di sirene e quattro figure femminili che simboleggiano le arti, la poesia, la scienza e l’industria.
Princes Street Gardens dispone di un’area giochi per i bambini dotata di scivoli, giostre, tunnel e pareti per l’arrampicata.

Edinburgh Hogmanay Street Party

A Dicembre i giardini di Princes Street sono una delle principali attrazioni della città, l’area si trasforma in un enorme parco giochi invernale e vengono installati gli chalet dei mercatini natalizi.

All’interno dei giardini di Princes Street si trovano il monumento dedicato a David Livingstone, il più famoso esploratore scozzese e lo Scott Monument.

SCOTT MONUMENT

Lo Scott Monument è la torre che svetta in Princes Gardens, quasi completamente annerita dallo smog, è dedicata allo scrittore scozzese Sir Walter Scott. Si tratta del monumento più alto mai eretto per un autore, 60 metri, è decorato con miniature dei tanti personaggi citati nei romanzi di Scott. Per raggiungere la cima bisogna salire 287 scalini e vi assicuro che vale la pena salirci, a patto che non soffriate di vertigini o di claustrofobia perché si arriva alla cima grazie a un’angusta scala a chiocciola che si restringe man mano che si sale, arrivati in cima comunque si gode di una vista mozzafiato sulla città, all’interno c’è anche un piccolo museo sullo scrittore e una sua statua con la sua cagnolina Maida.
Dove si trova: E. Princes St Gardens, Edinburgh EH2 2EJ

scott
Scott Monument

SHOPPING A EDIMBURGO

Nella Old Town come ho già detto trovate molti negozi di souvenir, di abbigliamento scozzese, sartorie, gioiellerie e interessanti botteghe, ma anche negozi gastronomici, che vendono formaggi tipici e whisky.
Nella New Town e precisamente in Princes Street trovate i molti marchi del fast fashion come H&M, Zara, Gap, Accesorize, Primark ma anche Top Shop, Marks & Spencer, River Island, New Look, ecc. Per gli acquisti più esclusivi dovete recarvi nella zona “dietro” vicino alla piazza di St Andrews dove ci sono le boutique di Hugo Boss, Louis Vuitton, Muberry, G-Star, Calvin Klein e altri.
In Princes Street c’è anche lo storico Jenners, uno dei negozi più frequentati della città già dal 1838, con i suoi 100 reparti diversi, fra elettrodomestici e prodotti elettronici, abbigliamento, prodotti di bellezza e molto altro. Vicino Jenners c’è Harvey Nichols.
Questi sono solo alcuni dei negozi di Edimburgo ovviamente c’è ne sono molti altri.
Il mio consiglio, in generale, è quello di non fermarsi sulle strade principali ma di perdersi tra vicoli e vicoletti e trovare cose interessantissime.

PAUSE ENOGASTRONOMICHE A EDIMBURGO, SCOPRI DOVE MANGIARE A EDIMBURGO.

COME VISITARE EDIMBURGO

Come ho già detto la zona centrale è abbastanza circoscritta e si gira tranquillamente a piedi, molti altri luoghi di Edimburgo si possono scoprire da soli con i bus Hop On Hop Off, con il quale potrete scendere e risalire in tutte le attrazioni della città, l’audio guida (anche in italiano) vi racconterà Edimburgo. Per quelli che conoscono l’inglese due tour molto originali e divertenti sono:
GHOSTS tour della città vecchia che vi porta a scoprire le storie e le leggende negli stretti vicoli di Edimburgo;
HARRY POTTER I fan del maghetto possono andare alla scoperta dei punti salienti della storia dei bestsellers di J.K. Rowling.

DOVE ALLOGGIARE A EDIMBURGO

Edimburgo vanta una ricca offerta di strutture ricettive nella zona centrale le strutture sono un po’ care ma conviene sempre guardare perché potrebbe capitarvi un’offerta.

Super consigliato è Black Ivy Hotel, un boutique hotel a prezzi davvero interessanti, il motto dell’albergo è “lusso per tutti”. Camere bellissime come le aree comuni, dipone di bar e ristorante. Le camere sono interamente rinnovate e arredate con gusto (le camere attuali sono quelle belle e moderne, noi siti di recensioni vi capiterà di trovare foto delle camere vecchie relative alla precedente gestione dell’albergo, non consideratele. Qui sotto vi metterò alcune foto.) Si trova al 4 di Alvanley Terrace di fonte al bellissimo parco The Meadows a un chilometro dal centro di Edimburgo.

Se non badate a spese l’Hotel Balmoral, uno dei più lussuosi della città, è quel che fa per voi. Si trova in Princes Street, vicino alla stazione di Waverley e una stanza doppia può avere un prezzo medio di 200,00 euro. Alternativa un po’ meno costosa può essere Le Monde, 16 George St, Edinburgh EH2 2PF, un boutique hotel che costa in media 120 euro per una doppia.

Per qualcosa di più economico ma carino e trendy, in pieno centro, ci sono due Motel One, il Princes di fronte al Balmoral e il Royal all’incrocio tra Market Street e Cockburn St, entrambi vicino la stazione, altra alternativa gli Ibis ce ne sono un paio in centro che si aggirano intorno a £50-60.
Se cercate un alloggio super economico ci sono molti ostelli, circa 30£ per posto letto, a seconda del numero di persone con cui si condivide la stanza e molti hotel nel raggio di tre chilometri ben serviti dai mezzi.

D’ogni modo date un’occhiata a Booking.com e troverete sicuramente una soluzione adatta alle vostre esigenze.

balmoral
The Balmoral Hotel

COME ARRIVARE A EDIMBURGO

Arrivare a Edimburgo è molto semplice, Ryanair e Easyjet servono Edimburgo con una certa frequenza e da molte città d’Italia. Una volta giunti in aeroporto potete raggiungere il centro città in mezz’ora, in taxi, la corsa costa circa 20/25£ o con il bis Airlink 100 in trequarti d’ora, la corsa costa 4,50£, ferma a Waverley station. Le altre fermate e gli orari li trovate qui.
In alternativa date un occhio a questo sito.

Le cose da vedere a Edimburgo non finiscono qui, lascio a voi scoprire il resto.

 

 

44 thoughts on “Edimburgo, se la vedi ti innamori! Cosa vedere e cosa fare nella capitale della Scozia

  1. Un racconto accurato e coinvolgente, con delle foto che fanno sogniare ad occhi aperti: Grazie per tutte le informazioni che sono ottime per programmare un viaggio

  2. Che meraviglia, sembra davvero lo scenario di un film di Tim Burton (che adoro). Appena ho letto del museo degli scrittori ho avvertito un sussulto al cuore, chissà che magia.

  3. Ho sempre amato Edimburgo per la sua storia ed il suo fascino misterioso. Se dovessi averne l’opportunità, sicuramente visiterei il Museo degli Scrittori. Le lastre che riportano le frasi degli autori più noti sono un ulteriore motivo per visitare la capitale scozzese.
    Maria Domenica

  4. Mi sono innamorata della capitale scozzese quando andai un paio di anni fa, poco dopo il periodo Natalizio. La sua aria romantica, antica e mistica mi ha affascinata da subito; anch’io avevo scritto una guida a tal proposito e ho visitato i tuoi stessi luoghi. Sono sicura che se non abitassi in Galles, Edimburgo sarebbe la mia casa.

      1. Si sì certo quando facciamo queste vacanze sono itinerari con auto. A marzo dell’anno scorso avevamo fatto Kent, Sussex e Sommerset. Meravigliosi!! L’unico dubbio è che abbiamo una settimana e per il Galles mi sembra poco.

      2. Dipende cosa volete vedere ma in una settimana dovreste riuscire almeno a vedere il sud; forse la Cornovaglia in una settimana risulta un’opzione migliore

  5. Anche a me ricorda molto l’ambientazione affascinante e misteriosa dei film di Tim Burton, soprattutto vedendo le foto dei passaggi sotterranei.

  6. Una bellissima città, moderna ma al tempo stesso romantica e fuori dal tempo. Non sono mai stata ma alcune foto questo mi trasmettono =)

  7. Che meraviglia Edinburgo: qui sembra che il tempo si sia fermato! E’ una delle mete che vorrei presto visitare…

  8. davvero una meraviglia dalla tua descrizione e dalle foto un’altra meta da mettere nel mio diario di viaggio

  9. Grazie di questo post. Hai raccontato cose che non avevo letto da nessun’altra parte e che mi hanno fatto venire voglia di prendere e partire al volo. Foto strepitose.

    1. Anche a me manca molto! Ci tornerei subito. Sappi che è grazie a un tuo articolo mi è venuta voglia di visitarla, non era nella mia wishlist, e infatti come prima cosa mi sono diretta in Royal Mile❤️

  10. Non sono mai stata ad Edimburgo ma il tuo racconto è così dettagliato e coinvolgente che sembra d’essere li

  11. Mi piacerebbe moltissimo visitare la Scozia, credo valga l apena e che Edimburgo sia davvero fantastica. Complimenti per le foto, bellissime.

  12. Cavoli, non sai da quanto Edimburgo è nella mia lista dei desideri. Mi avevano detto che era bella, ma non mi aspettavo così tanto. Anche se sicuramente gli addobbi natalizi hanno contribuito all’atmosfera!

  13. Mi ha affascinato molto Edimburgo con quelle stradine sotterranee nascoste, io le visiterei tutte. Devo però complimentarmi con te per le foto sono davvero pazzesche. Dovrò chiederti una consulenza, sei bravissima.

Rispondi