Quando si pensa alla Costa Azzurra si pensa al jet-set, alla bella vita, a un turismo ricco e superficiale, in realtà la Côte d’Azur ha molto di più da offrire: dal quel mare turchese dalle infinite sfumature ai borghi arroccati che hanno stregato pittori come Chagall, Renoir, Matisse e Picasso molto prima che diventasse la meta prediletta dei ricconi internazionali. Per scoprire a pieno quella sua aria naïf, se posso darvi un consiglio, visitatela fuori stagione, quando la folla dei turisti si sarà dissipata, così potrete ammirare la baia di Saint-Tropez sgombra degli Yacht o i vicoli di Saint-Paul-de-Vence placidi e tranquilli come quando li frequentava Prévert, ma anche godervi appieno una romantica passeggiata sulla Croisette a Cannes o sulla Promenade a Nizza.

E quindi, eccovi alcuni bellissimi luoghi che potete visitare in Costa Azzurra in pochi giorni, essendo le distanze molto contenute.

NIZZA1Cominciando da Nizza dal momento che è l’aeroporto della Costa Azzurra e quindi sarà lì che atterrerete, se per qualche ragione doveste atterrare a Marsiglia vi basterà invertire il giro e quindi partire dall’ultima tappa per arrivare alla prima, se arrivate in macchina dall’Italia prima di Nizza incontrerete Monte Carlo ed Èze

1 – Nizza

Dopo Parigi è la città francese con il maggior numero di visite, capitale della Costa Azzurra è una meta ambita grazie al suo clima, a una cucina di alto livello e alle molte attrattive che offrono i suoi dintorni.
Il centro cittadino ruota attorno a Place Massena posta al confine della città vecchia, che va girata a piedi per scoprire i suoi magnifici scorci. Da italiani verrà voglia di visitare la Piazza dedicata all’Eroe dei due mondi: Garibaldi, che nacque a Nizza è ha combattuto tutta la vita per farla tornare Italiana.
Altro luogo da frequentare è la famosissima Promenade des Anglais, la via lunga sette chilometri costeggia il mare, lungo il tragitto le sedute blu permettono di fare sosta e di godersi il sole che bacia Nizza per almeno 300 giorni l’anno. Se, oltre al sole amate l’arte, Nizza ha due musei, uno con opere di Chagall, l’latro con opere di Matisse.

2 – Cagnes-sur-Mer (14 km da Nizza)

La cittadina ha un’atmosfera tipicamente vacanziera, adagiata sul mare, con case color pastello e molti locali. Suggerisco una visita all’imbrunire così potete fermarvi a cenare in uno dei tanti ristoranti vista mare, il mio consiglio: Bistrot de la Marine.
Renoir ci passò gli ultimi anni della sua vita e ora la sua casa è diventata un museo che raccoglie oggetti personali, dipinti e sculture tra le quali la Venere vittoriosa in bronzo. Eccovi il sito ufficiale del Museo Renoir.
Buona parte del paesaggio che attrasse e ispirò l’artista non esiste più, soprattutto nella parte verso il mare, sostituita da residence per vacanze alquanto discutibili (il troppo cemento è un po’ il problema di tutta la Costa Azzurra, a mio avviso). D’ogni modo l’antico borgo, Haut-de-Cagnes, è rimasto pressoché intatto, con tanto di Castello Grimaldi.

3 – Saint-Paul-de-Vence (19 km da Nizza)

A mio avviso e non solo, uno dei villaggi più romantici di Francia, tra i più belli del mondo. A renderlo così la sua conformazione: stradine acciotolate e vicoli pittoreschi, le impervie scalinate come le affascinanti piazzette con le fontane e i magici scorci. Antico villaggio costruito su una rocca per sfuggire alle invasioni dei saraceni. Per visitarlo al meglio dovete perdervi tra i suoi vicoli di pietra e fare una passeggiata panoramica lungo le mura: da qui si può ammirare la magnifica vista sulla vallata, fino al mare. L’arte, tutta, è passata di qui, personaggi del calibro di Chagall, Matisse e Mirò erano degli abituè, ma pure Picasso, Modigliani, Bonnard, o le star del cinema come Catherine Deneuve, Sophia Loren e Greta Garbo.
Fate un salto al cimitero e omaggiate la tomba del pittore Marc Chagall. Molte le gallerie d’arte e le botteghe artigianali, ancora ora qui vivono artisti, pittori e artigiani. Fate una capatina alla Fondazione Maeght, un museo in cui ammirare Chagall, Matisse e Mirò in una cornice eccezionale.
A fine giornata, una cenetta, magari a lume di candela, in uno dei ristorantini del borgo, ve la consiglio.

5 – Antibes (23 km da Nizza)

Antibes e Juan-les-Pins, sono le due località affacciate sulle baie naturali che hanno al centro il promontorio di Cap D’Antibes, questo grazie alla generosità della natura; poi però è intervenuta la mano dell’uomo e ha fatto sì che l’edificazione selvaggia che ha colpito un po’ tutta la Costa Azzurra, anche qui facesse i suoi danni. Il turismo di massa se da un lato fa del bene, dall’altro fa del male.
Il centro storico di Antibes, racchiuso dai bastioni del XVI secolo, con i suoi vicoletti, le case dai colori pastello e i tanti locali che propongono piatti di mare, ha la tipica aria delle cittadine provenzali.
Se volete fare un bagno in un luogo da sogno vi consiglio la Baia dei Miliardari nota anche come Baia del Denaro Falso – Anse de l’Argent Faux, ora (dal 2011) accessibile a tutti grazie a un sentiero, un tempo solo in barca.
Per una passeggiata fra la natura l’ideale è il Sentiero dei Doganieri, come in buona parte della Francia costiera anche la Costa Azzurra ha il suo di Chemin des Douaniers.
Merita una visita il Museo Picasso nel Castello Grimaldi, che ospita 23 quadri e 44 disegni dell’artista spagnolo che ha vissuto ad Antibes nel 1944.

antibes.jpg

5 – Cannes (33 km da Nizza)

Altro celeberrimo luogo della Riviera francese è Cannes che, in parte, deve la sua celebrità al Festival del Cinema. A maggio la cittadina si riempie di divi del cinema, giornalisti e ammiratori grazie alla mostra ma durante il resto dell’anno attira turisti per il lusso, il divertimento e la sua bellezza.
Se Cannes da un lato è la classica località di mare con le case color pastello, le barche dei pescatori e l’approccio lento e rilassato tipico di un paese del Mediterraneo, dall’altro è la città dello shopping per ricchi nei negozi delle firme più prestigiose della moda e del lusso, disseminati lungo Boulevard de la Croisette, il viale che costeggia il lungomare. Ma coloro che vogliono raccontare di aver fatto shopping a Cannes senza spendere un occhio della testa possono recarsi in Rue d’Antibes e Rue Meynadier, dove ci sono i negozi delle marche fast fashion più conosciute.
Tra gli angoli più suggestivi e pittoreschi la collina del “Suquet”, la parte più vecchia della città, contraddistinta da strette e tortuose viuzze, ci si arrampica lungo le stradine che portano al Castello da cui si gode una bellissima vista sulla baia.
Gli amanti dei misteri non devono saltare la visita alla vicina isola di Santa Margherita, lì Cardinale Richielieu fece costruire una prigione dove rinchiudere il misterioso personaggio dalla Maschera di Ferro.

6 – Saint-Tropez (110 km da Nizza)

Quello che è stato per molto tempo un paesino con un porticciolo di pescatori, con l’arrivò di Brigitte Bardot e di altri vip è diventata una località molto alla moda che attira turisti da tutto il mondo. Diventa famosa negli anni ’60 anche grazie alle spiagge di Ramatuelle e Pampelonne, di sabbia chiara e finissima, ambite dai turisti.
Durante tutta l’estate si trasforma in una stazione balneare di grido con un porto gremito di yacht di lusso, un’atmosfera vivace e turistica con cafè con i tavolini all’aperto, locali notturni e i negozi bellissimi delle più prestigiose firme della moda. Torna ad essere quell’autentico e tranquillo paesino di pescatori dall’autunno alla primavera, quindi se siete interessati alla Saint Tropez autentica questo è il periodo per voi.
Le abitazioni dalle facciate dai colori pastello circondano il pittoresco porto sono l’emblema della Saint Tropez che ci piace.
Da vedere il Museo dell’Annonciade, all’interno della cappella di Notre-Dame-de-l’Annonciade, espone una collezione di dipinti di fine XIX secolo e inizio XX secolo. In ottobre, in occasione della manifestazione Les Voiles de Saint-Tropez, il golfo ospita magnifici velieri, classici e moderni.

7 – Grasse (42 km da Nizza)

Un luogo che ha avuto un passato illustrissimo, ora un po’ troppo trascurato, forse…
Comunque, se vi trovate da quelle parti, merita una visita senza fermarsi per la notte, la sera la cittadina si svuota e ha poco da offrire.
A passeggio per le vie della cittadina potreste essere colti all’improvviso da una nube di acqua profumata che svolazza in cielo, in questo modo Grasse vuole far capire a tutti che è la capitale mondiale del profumo, d’ogni modo ve ne accorgerete subito grazie all’imponente struttura della fabbrica con annesso negozio della profumeria Fragonard, del 1872. A parte Fragonard dove io ho fatto incetta di bellissime shopper, una borsa da spiaggia e qualche altro accessorio, le altre profumerie storiche sono Galimard e Molinard che hanno in città negozi e offrono la possibilità di visitare i loro musei e vedere come nasce un profumo.
Entrateci! Sono tutti molto disponibili per farvi provare la loro impressionante quantità di profumi, oltre alle profumerie, il centro storico, è pieno di botteghe artigianali, gallerie e negozi.
Per gli appassionati d’arte la Cattedrale di Notre-Dame-du-Puy ha tre grandi di Rubens.

8 – Gourdon (39 km da Nizza)

Si trova a 12 chilometri da Grasse ed è considerato uno dei più bei villaggi di Francia. Da visitare di giorno se volete trovare negozi e locali aperti, la sera si riesce a visitare in assoluta tranquillità, come è capitato a me, di contro non è possibile bere nemmeno una birra, i locali chiudono tutti dato che è abbastanza isolato, è comunque uno dei borghi più visitati della Costa Azzurra.
Arroccato sulle Gorges du Loup, a 760 metri di altitudine, è abitato da nemmeno 500 persone. Questo borgo ha un sacco di storia: occupato dai Romani, subì poi le invasioni musulmane dall’VII al X secolo. Nel corso del IX secolo, venne costruita la prima fortezza, data la sua posizione era facile vedere tutta l’aerea circostante, fino al mare.
Andate a curiosare nelle vie interne, con la dovuta educazione però, dato che ci sono bellissime abitazioni tipiche.
Una delle cose da fare a Gourdon, forse la prima, è godere della vista mozzafiato, si riesce a vedere persino il Mediterraneo, che si trova a 10 chilometri da Gourdon in linea d’aria.

9 – Valbonne (31 km da Nizza)

Sulla strada del ritorno da Grasse verso Nizza, vale la pena di fare una piccola deviazione verso Valbonne. Un borgo incantevole dove si respira la tipica aria provenzale grazie alle sue case in pietra con i portoni colorati e i balconi fioriti, agli atelier di artisti e ai tanti locali disposti attorno alla piazzetta centrale.
Se avete occasione di essere in zona di venerdì fate un salto al mercato che si estende sulla piazza e sulle sue laterali dove è possibile acquistare frutta e verdura, olio provenzale, l’immancabile sapone di Marsiglia, ma anche prodotti artigianati e abbigliamento.

10 – Èze (9 km da Nizza)

Andando da Nizza verso Monte Carlo la trovate a metà strada. La sua posizione, a strapiombo sul mare, offre vedute mozzafiato della Costa Azzurra. Un villaggio con una storia antichissima, che si respira in ogni angolo. A spasso per i suoi vicoli, illuminati dal sole, vi giungerà alle narici il profumo dei gelsomini disseminati ovunque in questo borgo magnifico. Da vedere la chiesetta medievale; il castello dei Riquier col suo bellissimo e rigoglioso giardino. Vi consiglio di percorrete il cammino di Nietzsche, che collega Èze Village a Èze sur Mer, leggenda narra che questa strada abbia ispirato il filosofo nella stesura di una delle sue opere maggiori.

11 – Monte Carlo (21 km da Nizza)

Ero indecisa se inserire o meno Monte Carlo in questa guida, non è in Francia, è il quartiere centrale della città-stato del Principato di Monaco, non la volevo inserire perché io sono tra quelle persone che non trova Monte Carlo per nulla attraente, una località mitizzata ma assolutamente vuota per quanto riguarda il carattere ma piena di cemento, un covo per ricconi. Se non si chiamasse.
Ma fate una visita, se avete la curiosità di vedere come i Grimaldi, in uno Stato di soli due chilometri quadrati, siano riusciti a trasformare ogni centimetro di suolo in uno spazio edificabile, enormi palazzi solo per appartamenti di lusso, non la mia idea di architettura.

montecarlo-notte2
Se ci andate le attrattive che mi sento di suggerirvi sono perlopiù i suoi locali:
Cova (celebre pasticceria milanese) un locale molto chic di fronte alla Place du Casino, dove fare colazione;
Novotel Café, la prima domenica del mese lo chef Frédéric Ramos organiza un ricco brunch da consumare a bordo piscina;
Moshi Moshi dove mangiare uno straordinario sushi, si trova nella zona del Porto di Fontvieille;

Bagatelle, locale di gran moda dove prendere un tè, affacciati sui giardini del Cafè de Paris;

Odyssey, curato nientemeno che da Karl Lagerfeld, si trova sul tetto dell’Hotel Métropole. Un aperitivo qui è un’esperienza sensoriale da fare almeno una volta nella vita. I cocktail firmati Givenchy, per citarne uno, sono a base di ingredienti impiegati solitamente nei profumi, come il Dahlia Divin con gelsomino e albicocca e naturalmente Champagne. I drink sono accompagnati da finger food sono ideati da Joël Robuchon, 3 stelle Michelin.

Dieci buoni motivi per andare in Costa Azzurra ora li avete. Che aspettate?

Join the conversation! 29 Comments

  1. Per gli spostamenti da Nizza alle località descritte, cosa suggerisci? L’auto è necessaria?

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  2. non sono mai stata in costa azzurra se non di passaggio ma questo tuo itinerario è davvero favoloso

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  3. Complimenti bellissimo articolo posti davvero molto carini e interessanti ci penserò per un prossimo viaggio.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  4. Bellissimo giro. Ci sono stata anni fa ma non ho visitato tutti questi paesi. Ottimo itinerario perché si può alloggiare tranquillamente a Nizza e spostarsi in giornata.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  5. I buoni propositi li avevo anche prima, ora col tuo articolo ne ho ancor di più! Prossimo viaggio sicuramente qui!

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  6. Adoro la costa azzurra..ci sono stata tante volte e speri di ritornarci presto. Sempre bello leggere di questi luoghi

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  7. Che bello poter viaggiare anche stando lontano dai luoghi di che si legge. Ci sono dei paesini in Costa Azzurra che è davvero un peccato non visitare se ci si trova lì! Cannes è un must ovviamente ahahah – Paolo

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  8. La Costa Azzurra è una destinazione che inseguo da anni, vorrei andarci ma alla fine non parto mai, anche per colpa di altre destinazioni che si mettono sempre in mezzo! Secondo te quanti giorni sarebbero perfetti per vedere tutte le tappe che descrivi?

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  9. Fai delle foto meravigliose! Mi ispira molto questo itinerario in Costa Azzurra, certo che in tre giorni avete condensato un sacco di cose! mi fai tornare voglia d’estate 🙂

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  10. non sono mai stata in costa azzurra ma dalle foto che hai pubblicato merita davvero! la distanza non è molta, proporrò in famiglia un fine settimana da quelle parti

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  11. Non ho mai considerato la Costa Azzurra perché la associavo, erroneamente, ad una meta da ricconi ma l’articolo e le foto mi hanno colpita e affascinata. Ci sono luoghi che rendono di più in bassa stagione e per me che non amo le folle è l’ideale.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  12. Mi manca la Costa Azzurra, ed è vero quando penso a questi luoghi mi viene subito in mente il jet set, per sono tutte località molto belle! Ho messo in lista questo tour, per un prossimo futuro 😉

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  13. Sebbene sia molto vicina all’Italia non sono mai stata in costa Azzurra se non di passaggio per andare in Spagna. Foto bellissime e post utile.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  14. Uno dei miei posti preferiti AL MONDO, che son valsi ben due viaggi da sola e uno in compagnia 🙂
    Antibes è la mia preferita, così ricca di ispirazione da aver dato il titolo ad un mio romanzo ancora inedito.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  15. Ci sono stata e mi è piaciuta abbastanza, ma forse perchè, essendoci stata i alta stagione, come dici tu ne ho visto solo l’aspetto altamente turistico. Da tornare di sicuro, fuori stagione magri si spende anche molto meni ..

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  16. Negli ultimi 10 anni ho trascorso almeno due settimane a luglio a Nizza e ho visitato tutti i paesini che hai citato nel post. Mi sono venute le lacrime agli occhi per la nostalgia. Molto belle le foto: rendono splendidamente il senso dei luoghi

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  17. Quanto mi piacciono i tuoi articoli sulla Francia. Complimenti! Sono veramente interessanti, completi, dettagliati ed esaustivi. Le foto sono bellissime specialmente quelle di Saint-Paul-de-Vence (cittadina che non conoscevo e me ne hai fatto innamorare) Antibes e Saint Tropez! Grazie per farmi viaggiare con te ogni volta

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  18. E niente io ti Amo!!!io amo la Francia,tutta da Parigi alla costa azzurra,dalla Normandia alle alpi francesi e vedo che anche tu hai il mio stesso amore non a caso il mio blog l’ho ideato come se fosse un piccolo bistrot,non vedo l’ora di leggere il tuo prossimo articolo…la costa azzurra la trovo tres chic !!!e sto cercando di convincere il marito ad andarci😍!

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

About Mademoiselle Champagne

Sono Sabina, una ragazza che ha "scavallato i quaranta" e che dopo vent’anni passati a occuparmi di diritto societario in tacco 12, ho cambiato decisamente vita. Ora, al diritto societario, preferisco il diritto creativo e al tacco 12 le Birkenstock. Mi dedico alla scrittura, alla fotografia e a quasi tutta l’arte, e ovviamente, al vino. Amo viaggiare in particolar modo nel vecchio continente e aspiro a diventare viaggiatrice a tempo pieno nonché a vivere in qualche angolo della costa francese, magari scrivendo romanzi. Autrice del romanzo L'amore a colpi di Champagne.

Categoria

travel

Tag

, , , , , , , , , , , , , ,