Un giorno a Bristol: cosa vedere

Vi potrebbe capitare di trovarvi a Bristol perché avete un volo il giorno dopo, come è capitato a me, ma anche perché, grazie a uno scontatissimo volo low-cost, decidete di fare un week end fuori casa e visitare una delle città più cool di Gran Bretagna. E quindi andiamo alla scoperta di questa meta emergente.

Bristol è una città giovane, vivace e dinamica. Non è una città grande ma, comunque, con molte cose da vedere: tra parchi, quartieri interessanti, gallerie, botteghe d’arte, street art e locali sempre aperti, non vi annoierete!

In ogni caso le sue attrazioni sono tutte abbastanza concentrate. Può essere girata a piedi, con in mezzi e anche in auto, non è poi così impossibile, ovviamente fate pratica con la guida a sinistra ma con il volante a destra, in mezzo alla campagna, magari nelle COTSWOLDS.

Ecco che cosa non potete perdervi nella vostra visita a Bristol:

IL CENTRO DI BRISTOL

Nel centro di Bristol ci sono importanti musei e gallerie d’arte, come il popolare centro per l’arte contemporanea Arnolfini e il museo delle scienze per tutta la famiglia At-Bristol (o @Bristol), ma anche il Cube, il cinema gestito da artisti locali, che oltre a proiettare film propone eventi musicali, gare di air guitar e molti altri eventi.

Immancabile la visita, soprattutto a ore pasti, al Saint Nicholas Market, un grande mercato al coperto, tra le mura del palazzo storico The Exchange dove assaggiare prodotti locali e non.

st nicolas
Saint Nicholas Market

Queen Square è un magnifico parco georgiano nel cuore di Bristol, attorniato dalle magnifiche case georgiane, è un luogo dove andare a consumare uno spuntino o a rilassarsi; ospita regolarmente spettacoli teatrali all’aperto, concerti e altri eventi importanti.

green park
Green Park

A Bristol troviamo anche la più grande nave del mondo, varata nel 1843, SS Great Britain, è stata la prima nave ad avere lo scafo in metallo e la propulsione a elica nonché la prima nave nel suo genere ad attraversare l’Oceano Atlantico. All’interno della nave, minuziosamente restaurata, si respira ancora l’atmosfera tipica della prima crociera di lusso del mondo. “Go Aloft” è l’esperienza che permette di arrampicarsi sulle cime e raggiungere la vetta degli alberi della nave, come facevano i marinai dell’epoca. Questo ovviamente se avete fiato e non soffrite di vertigini.ssgreat.pngBristol è stata per lungo tempo una delle città marittime più importanti dell’Inghilterra e ha saputo riconvertire il vecchio porto in un polo culturale, l’Harbourside, all’interno dei magazzini del XIX secolo ora ci sono gallerie, boutique e ristoranti. Qui troviamo anche l’Acquario di Bristol.

Per un pranzetto insolito c’è il ristorante Glassboat, ospitato a bordo di una chiatta riconvertita!

VEDERE LE OPERE DI BANKSY e LA STREET ART

Bristol è definita da molti la città più cool d’Inghilterra, caratterizzata dai suoi murales, che la rendono “la capitale della street art”, non a caso ha dato i natali a Banksy, uno degli artisti più famosi del settore che, con le sue rappresentazioni satiriche della società contemporanea, viene considerato ormai un vero e proprio attivista politico.

Il tour dei murales comincia con un’opera nei pressi del ponte di Park Street, Banksy, nel luogo dove prima si trovava una clinica di medicina sessuale ha deciso di proporre una scena con “lui, lei e l’altro”, dove il “terzo” è appeso all’angolo della finestra per nascondersi.

Le sue opere sono disseminate in tutta Bristol tenete gli occhi aperti e non perdetevene nemmeno una! 

In Leonard Lane, si trovano una serie di murales che ritraggono opere ambientaliste, in alcuni casi talmente minuscoli da scomparire tra i mattoni, sempre nella zona si trovano le opere realizzate per SEE NO EVIL (evento di street art tenutosi nel 2011) dove artisti di fama internazionale hanno disegnato sulle facciate di alcuni palazzi, raffigurando, tra l’altro, donna con bambino, forse una sorta di Madonna contemporanea, e animali robot.bristol1.jpg

Da lì con una breve passeggiata si arriva a Stokes Croft, il quartiere hipster di Bristol dove è possibile ammirare decine di murales a tema politico, tra i quali Mild, Mild West opera di Banksy che raffigura un tenero orsetto che lancia un molotov contro la polizia.

bansky

ESPLORARE IL QUARTIERE DI CLIFTON

La zona di Clifton Village è una parte della città dal fascino di un borgo inglese d’altri tempi, è il posto perfetto per una bella passeggiata tra gli eleganti edifici in stile Vittoriano, Georgiano e Regency immersi nel verde, è anche il luogo ideale dove fermarsi a gustare un Afternoon Tea in un’accogliente e raffinata sala da tè.clifton1.jpgVisitate la Clifton Arcade, una zona commerciale coperta aperta nel 1878, al suo interno negozi di sartoria, di antiquariato e oggettistica artigianale, ma non solo. Non mancano tutta una serie di caffè e ristoranti con tavoli all’aperto.

cliftonLa sua posizione favorisce una vista spettacolare sulla città di Bristol.

CLIFTON SUSPENSION BRIDGE

Bristol è disposta su diversi livelli essendosi sviluppata su alcune colline. Da Clifton, il sobborgo più in alto parte lo spettacolare Clifton Suspension Bridge, progettato da Isambard Kingdom Brunel, il ponte sospeso che scavalca il fiume Avon. Collegamento tra la contea di Bristol e quella del Somerset. Lungo 400 metri è alto 75 metri rispetto il letto del fiume, nasce come ponte a pagamento e continua a mantenersi attraverso una piccola tassa di 1 pound che paga ogni vettura, il passaggio pedonale e in bicicletta è invece gratuito.ponte.jpgIl ponte offre da un lato la vista verso Bristol e dall’altro verso la campagna e il mare ed è un ottimo punto per ammirare la salita delle mongolfiere durante Bristol International Balloon Festival.

Il ponte è stato costruito nella prima metà dell’800 e, nel corso degli anni, ha purtroppo registrato numerosi suicidi tanto che sui torrioni sono presenti cartelli con scritto “Talk to us – Call Samaritans for free 116 123” il numero di telefono di persone a disposizione per un eventuale supporto psicologico per l’aspirante suicida.ponte1Superato il ponte è possibile ritornare verso il centro città camminando per una quindicina di minuti attraverso un grazioso boschetto che ridiscende la collina su un sentiero ben segnato circondato da alberi antichi.

LA SCENA MUSICALE DI BRISTOL

Bristol è conosciuta per essere la città natale del trip-hop negli anni ‘90, con band come i Massive Attack e i Portishead tra gli esponenti più famosi, ma il panorama musicale di Bristol è tuttora di rilievo, sono infatti molti i locali che propongono ogni genere musicale come drum & bass, house, rock psichedelico, heavy metal e hardcore.

CABOT TOWER

In un parco di scoiattoli sulla collina di Brandon Hill si trova la Cabot Tower. La torre fu costruita alla fine dell’800 in ricordo dei 400 anni trascorsi da quando John Cabot partì da Bristol alla volta del Canada. La torre offre gratuitamente una visuale a 360 gradi su tutta l’area circostante.

IL SIDRO

L’Inghilterra sud-occidentale è rinomata per il sidro, la bevanda alcolica a base di mele e quindi quale posto migliore per assaggiarlo!? Il Bristol Cider Shop è un negozio che dispone di un’ampia selezione di sidri artigianali, che organizza degustazioni guidate. Ovviamente se la degustazione non vi interessa, in molti locali e pub della città trovate del buon sidro.

SHOPPING E NIGHTLIFE

Per un’esperienza di shopping fuori dal comune vi consiglio inoltre di visitare il quartiere Stokes Croft (ve ne parlo anche al punto 2 per i murales di Bansky), qui potrete entrare nelle gallerie d’arte o negozi che propongono le creazioni di vari artisti.

Per lo shopping più tradizionale ma sempre originale l’offerta non manca, ci sono diversi centri commerciali come Cabot Circus; The Mall Cribbs Causeway; Bristol Shopping Quarter; Abbey Wood Shopping Park.

Cabot-Circus-centre-view-C-Giles-Rocholl-Hammerson-920x600
Cabot Circus

Bristol è anche la città ideale per trascorrere le serate tra mostre e vernissage, per ascoltare musica nei locali davanti una pinta di birra.

DINTORNI DI BRISTOL

Da vedere nei dintorni di Bristol ci sono un sacco di cose interessanti primo fra tutte le COTSWOLDS, ma anche Bath, Salisbury e il sito megalitico di Stonehenge.

 

26 thoughts on “Un giorno a Bristol: cosa vedere

  1. Non ho mai pensato di visitare Bristol, ma sbagliavo.. Non conoscevo affatto questa città. Ora ci andrei immediatamente, anche solo per vedere le opere di Banksy

  2. Sai che mi fa venire in mente Bristol? Il mio libro d’inglese delle medie, parlava di una famiglia che viveva, appunto a Bristol. Non ci sono mai stata,però, un peccato perché dev’essere veramente bella.

  3. Io ho sempre pensato a Bristol come la città di Montemagno 😀 Invece il tuo racconto mi ha incuriosito parecchio. Sai quando mi hai conquistata? Quando hai scritto che Bristol è disseminata di opere di Bansky. Vado matta per Bansky!

  4. Non avevo mai pensato a Bristol come città da visitare ma vedo che mi sono sbagliata. Leggendo il tuo articolo merita decisamente una visita. Poi c’è da fare anche alla sera, io sono una nottambula…

  5. Ho sempre sottovalutato Bristol. La associavo alle opere di Bansky ma non avevo mai tenuto in considerazione tutto il resto. Quando andrò sicuramente dovrò fare tappa al Cube e al ponte sospeso!

  6. Davvero bellissima Bristol, io sono amante della street art e guardando le tue foto mi sono venuti gli occhi a cuoricino…….

  7. Bristol è molto bella ma soprattutto è viva e c’è di tutto tanto che molte persone che conoscono e che vivono poco distanti, spesso la prediligono per il weekend o per le giornate intense di shopping. Sono andata un paio di volte e non smette mai di stupirmi.

  8. Ho sempre sentito parlar bene di Bristol ma non ho avuto ancora la possibilità di visitarla purtroppo! Comunque l’ho vissuta un po’ con il tuo racconto! Eh…ps: I love Bansky <3

  9. Che bella meta .. sai che non l’avevo mai presa in considerazione per un viaggetto? Hai ragione .. magari con un low cost si riesce tranquillamente …

    1. Poi ovviamente è soggettivo… ma io la consiglio agli appassionati di Bansky, a chi si trova in zona e se diventa una meta iper conveniente… metto le mani avanti, voglio dire, non è Edimburgo quanto a fascino

  10. Prima di essere assegnato a Liverpool, la mia meta lavorativa sarebbe dovuta essere Bristol. Bhè, porterò sempre Liverpool nel cuore, ma pare che mi sia perso un sacco di belle cose a Bristol 🙂

    1. Non ho ancora visto Liverpool e quindi non posso fare il confronto. Gli appassionati di Bansky devono vederla a mio avviso, tutti gli altri se si trovano in zona…

  11. Non l’avevo mai presa in considerazione, e devo dire che ho fatto male, assolutamente una città molto affascinante e del genere che piace a me. Moderna ma non troppo, con cultura e arte. Poi sono particolarmente amante delle street art e sicuro mi potrebbe soddisfare! che periodo potrebbe essere il migliore?

  12. Già solo per vedere le opere di Bansky penso valga la pena visitarla. Non ci sono mai stata ma mi incuriosisce molto

Rispondi