Bretagna: cosa non perdere nella Côtes d’Armor

La Bretagna è una regione straordinaria ricca di bellissimi paesaggi dalla forte identità. Circondata per buona parte dall’oceano vanta cittadine, villaggi e borghi dal fascino inestimabile.

Rimarrete conquistati dalle sue colorate case a graticcio o quelle tutte in pietra, dalle sue baie dalla spiaggia finissima bagnate da un mare cristallino, dalle scogliere battute dal vento e dal mare talvolta placido altre impetuoso, dai suoi fari spettacolari, dalle leggendarie foreste di maghi e cavalieri, che costituiscono il patrimonio della Bretagna una terra che non lascia mai indifferenti.

Qui il racconto dell’intero viaggio: Bretagna dove finisce la terra e comincia l’Oceano. Diario di viaggio

La Bretagna è suddivisa in 5 dipartimenti: l’Ile et Vilaine, le Côtes d’Armor,  il Finistére, il Morbihan e la Loire Atlantique, ognuno dei quali ha la sua allure peculiare e affascinante. In questo articolo voglio raccontarvi quali sono i luoghi da non perdere nel dipartimento della CÔTES D’ARMOR, il territorio della medievale e favolosa Dinan, della suggestiva Costa di Granito Rosa, delle brughiere di Cap Frehel e di molto altro.

Clicca qui per vedere l’itinerario per visitare nella Côtes d’Armor le tappe che trovate in seguito.

Leggi in quest’articolo quali sono le isole della Bretagna da non perdere.

DINAN

Un pittoresco borgo feudale dal fascino fiabesco con le più belle mura dell’intera Bretagna, possiede un eccezionale patrimonio di case medievali: le antiche e pendenti case a graticcio dai tetti spioventi in ardesia e le porte colorate e, dove, alle finestre, non mancano fiori come addobbo. La sensazione immediata è quella di essere finiti in una fiaba.
Viene da camminare su quelle stradine con lo sguardo perso in mille direzioni ma attento a scrutare ogni angolo. Tra le cose da vedere a Dinan c’è Place des Merciers e l’immancabile Rue du Jerzual, una strada lastricata in discesa (dura la risalita) che collega la cittadina al piccolo porto, fortemente voluta dagli artigiani dell’epoca per avviare e incrementare il commercio via fiume. Oggi la strada è disseminata di negozi e atelier d’artisti, uno più caratteristico dell’altro.
Sedetevi a uno dei tanti localini per mangiare una galette bretonne magari accompagnata dalla locale.

dinan3

JUGON LES LACS

Pittoresco e grazioso villaggio adagiato sulle rive di un lago. Caratteristica la Place Centrale circondata da belle dimore seicentesche. Vi rilasserà passeggiare tra le sue poche stradine. Merita una visitina.

SAINT CAST LE GUILDO

Un pittoresco villaggio sull’estuario del fiume Arguenon che custodisce le rovine di un castello del XVI secolo oltre a un nugolo di graziose vecchie case in granito di pescatori. Straordinarie le spiagge.

CAP FRÉHEL ‑ FORT LA LATTE

Uno dei più bei panorami della Bretagna, imponenti e maestose falesie con la loro posizione dominante a picco sul mare da un’altezza di oltre 70 metri, falesie di scisto e di arenaria rosa della zona del Cap Fréhel regalano una vista incredibile. Sito eccezionale e riserva ornitologica, tra ginestre ed erica, la passeggiata porta a Fort La Latte, una massiccia costruzione del XVI secolo che si affaccia sul mare dominando una delle più belle baie bretoni.

ERQUAY

Un grazioso porticciolo considerato la capitale delle Saint Jacques. Da vedere Chateau de Bien Assin uno degli ultimi castelli costruiti in Francia nel XV secolo che è visitabile solo nel periodo estivo.
Va fatta una bella passeggiata a Cap d’Erquay, uno splendido promontorio roccioso con delle falesie di granito rosa ricoperte dalla brughiera, i diversi sentieri raggiungono baie incontaminate e bellissime.

PLOUGRESCANT

Si trova a nord di Tréguier ed è un minuscolo paese immerso nella costa selvaggia, noto per Castel Meur la celebre casetta stretta tra le rocce e ritratta in tante immagini che raccontano la Bretagna. Immancabile la passeggiata alla scoperta della casa e del meraviglioso paesaggio che la circonda, spingetevi fino a Le gouffre de Plougrescant.

TRÉGUIER

L’antica capitale del Trégor il cui nome bretone significa monastero dei fiumi,località molto amata dai bretoni in quanto considerata, grazie alla sua storia, luogo di alta spiritualità, che favorisce la meditazione. Qui si trova una delle più belle costruzioni religiosi bretoni la Catédrale Saint Tagdual con tre torri e una guglia alta più di 60 metri, all’interno eleganti arcate gotiche e altre meraviglie religiose.

PERROS GUIREC

Nota stazione balneare frequentatissima per le sue spaziose spiagge, adagiata sulla celeberrima Costa di Granito rosa, da qui è possibile l’escursione a piedi fino a Ploumanac’h sul sentiero dei doganieri, ammirando lo splendido blu dell’oceano tra i grandi sassi rosa rotondi.

perros2

PLOUMANAC’H

Si trova vicino a Perros e quello che un tempo era un villaggio di pescatori, oggi è un’ambita località di villeggiatura visitatissima per l’affascinante Chaos de rochers de Granit Rose dalle forme incredibili e sorprendenti e per il Ploumanac’h Lighthouse situato sulla roccia di Mean Ruz, bellissimo come tutto il paesaggio che lo circonda.

LANNINON

Una cittadina medievale molto graziosa il cui centro storico gira intorno alla piazza intitolata al General Leclerc, dove non mancano le tradizionali case a graticcio colorate con i tetti in ardesia grigia. Degne di nota sono la chiesa di St-Jean-du-Baly del tardo-rinascimento, quella di Brélévenez in stile romaico con successivi ampliamenti gotici e la chiesa Église de Brélévenez fondata dai Templari nel XII secolo, se avrete voglia e fiato di salire i 140 gradini della scalinata de la Trinitè, vi aspetta un fantastico panorama dalla sua torre.
Nei dintorni di Lanninon si possono visitare le cappelle: Chapelle de Kerfons e Chapelle des Sept-Saints e i castelli: Chateau de Kergrist, Chateau de Tonquedec e Chateau de Coatfrec.
Sempre nei dintorni, per le famiglie con bambini, è possibile visitare Cosmopolis, un polo con un museo delle comunicazioni, un villaggio gallico ricostruito e il Planetario.

Leggi anche: I villaggi da non perdere nell’Ile et Vilaine

Leggi anche: cosa vedere nel Finistére

Leggi anche: i luoghi da non perdere nel Morbihan

4 thoughts on “Bretagna: cosa non perdere nella Côtes d’Armor

Rispondi