travel

Mal d’Irlanda

Un viaggio ti cambia la vita. Un viaggio in Irlanda te la migliora.
L’Irlanda è magia, emozioni e sensazioni. E’ terra di miti celtici, di straordinarie leggende, di castelli e abbazie diroccate.
L’isola smeraldo ti conquista e ti avvolge nel momento in cui ci metti piede e non ti lascia più.

Dovevo decidere dove andare a trascorre un mese per frequentare un corso d’inglese; volevo un posto dove non ero mai stata, volevo un posto magico che mi legasse a esso, che mi trasmettesse la voglia di restarci ed, eventualmente, di viverci. Ho letto, raccolto informazioni e ascoltato racconti d’Irlanda da chi c’era stato e se n’è perdutamente innamorato. Tutti nessuno escluso o eccettuato.
Perché l’Irlanda ti seduce. Ti avvolge il suo cielo mutevole e capriccioso, carico di nuvole sempre in movimento che lasciano filtrare sfumature di colori indefiniti al crepuscolo come al tramonto.

morning-sun-ireland_35187_990x742.jpg

Ti cattura la suggestiva vista delle scogliere che precipitano su quell’oceano spumeggiante che la circonda. Ti ammaliano le strade tortuose che conducono a scenari affascinanti, costeggiate da prati verdissimi punteggiati di pecore bianche.
Un paesaggio aspro ma generoso allo sguardo, talvolta desolato e selvaggio, sempre onirico e bucolico.
Le città dinamiche e vivaci ma mai troppo caotiche, il ritmo è rilassato e il tempo scandito dal rieccheggiare dei brindisi con bicchieri colmi di birra.
Ti conquista la terra degli irish e ti conquista il popolo dalla pelle chiara, gli occhi azzurri e i capelli rossi. Gli irlandesi sono disponibili e socievoli, ostinati e generosi, bevono fiumi di birra ma sono sempre calmi e pacifici. Seduti a un bancone di un pub, davanti a una pinta di birra, non è difficile riuscire a fare due chiacchiere con loro, sono pazienti parleranno con te anche se il tuo inglese non fosse fluente.
Nelle loro vene scorre sangue e musica e infatti il loro simbolo nazionale è l’arpa. In quasi tutti i pub, sia quelli meta di turisti sia quelli frequentati dai locali, non è raro assistere alle live session di musicisti folk. E non c’è angolo di strada dove non ci siano musicisti e artisti di ogni forgia a esibirsi.
Si narra che le condizioni climatiche possono cambiare da un momento all’altro, sole e pioggia si alternano a un ritmo veloce rendendo l’atmosfera ancor più suggestiva. Poi dipende molto anche dalla stagione, io ci sono stata tra giugno e luglio e devo dire che la pioggia l’ho vista raramente. In gennaio ho beccato un freddo becco, ma l’Irish Coffee va giù che è un piacere e riscalda a dovere.

Per quanto riguarda il cibo, oltre a fish and chips,zdsc02887-1024x614 il pesce in generale non manca, non mancano soprattutto ostriche e salmone, ma nel paese con una ricca e radicata tradizione di pascolo e allevamento non manca dell’ottima carne di mucca o di pecora o di maiale.
Da consigliare la soup of the day, veloce, economica e gustosa, ogni giorno la zuppa – di carne, pesce o verdure ce n’è per tutti i palati – è proposta in tutti i locali, anche al pub. Altro piatto che mi ha conquistata è il salmone in salsa champ o con verdure al vapore e lo stufato cotto nella birra.
Per quanto riguarda il bere ero monotematica birra, birra, birra, tanta birra. Nel mio caso Guinness, la migliore stout del mondo, ma ce n’è per tutte le papille. Se invece volete farvi un drink l’Irlanda è patria di ottimi whiskey.

Questo è un breve racconto, giusto per farvi venire un po’ di voglia ma sono sicura che i racconti sull’Irlanda non finiranno qui….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...