Provenza: consigli su come organizzare il viaggio

I colori, le distese di lavanda, i villaggi arroccati, le stradine acciottolate, i davanzali rigorosamente fioriti, rendo la Provenza una delle regioni più amate dagli artisti che l’hanno scelta come punto d’approdo, ma è anche molto amata dai viaggiatori di tutto il mondo.
Rimarrete colpiti dal paesaggio che offre la campagna provenzale, dall’atmosfera dolce e al contempo vivace dei suoi borghi, che sono stati fonte d’ispirazione per numerosi artisti, primo fra tutti Paul Cézanne ma anche Petrarca e Van Gogh.
Ma anche dagli splendidi porticcioli e dalle coste con le acque cristalline delle cittadine di mare si uniscono all’atmosfera colorata e folkloristica delle città più interne, creando un ambiente sereno e rilassato.
C’è anche una Provenza diversa va detto, quella degli orrendi palazzoni anni 60/70 fuori dalle città e cittadine maggiori. Ma si sa che la Provenza e, in particolare, il tratto costiero, la Costa Azzurra, oltre a essere celebrata e costosa è anche edificatissima e affollata e questo si ripete un po’ in tutta la Provenza.

In questo post, voglio darvi informazioni pratiche su come raggiungere e visitare la Provenza, ma non solo. E quindi veniamo al dunque!

PERCHÉ ANDARE IN PROVENZA

Secondo me il motivo principale per cui va visitata la Provenza sono i campi di lavanda e i villaggi arroccati o per passare una vacanza rilassante in qualche bell’albergo magari nel Luberon e diciamolo anche per visitare Le Ocre. Per quanto riguarda la costa io non l’ho amata molto, in quanto, per mio gusto, non amo le spiagge affollate, preferisco una costa più naturalistica dove passeggiare e ho amato la costa francese di Bretagna e Normandia e quella Ovest battuta dall’Oceano.

LA LAVANDA

Generalmente il periodo della fioritura va da metà giugno a metà agosto e raggiunge i picchi maggiori alla fine di giugno e nelle prime due settimane di luglio. Pertanto se volete vedere la lavanda in fiore accertatevi della situazione della fioritura attraverso questo sito dove trovate anche le feste della lavanda.

COME ARRIVARE IN PROVENZA

La Provenza è una regione della Francia del sud che si trova a una distanza di 200 km dal confine italiano di Ventimiglia. Inutile dire che per liguri, piemontesi, valdostani ma anche toscani e lombardi arrivare in Provenza in auto, moto o autobus è molto semplicemente. Per chi parte dal Centro Italia o dal Sud ma anche dal Nord Est e non vuole attraversare mezza o tutta l’Italia, la soluzione alternativa è l’aereo o il treno, oltre al fatto che è molto spesso più economico dati i prezzi dei voli e delle società di noleggio auto low cost.

IN AEREO

L’aeroporto della Provenza è quello di Marsiglia, raggiunto da voli quotidiani da alcuni aeroporti italiano come Milano Orio al Serio, Venezia Marco Polo e Roma Fiumicino, con meno frequenza ma almeno due volte a settimana da Catania, Napoli e Palermo.
L’aeroporto di Marsiglia si trova nel cuore della Provenza, a pochissimi chilometri Aix-en-Provence e comunque abbastanza comodo da tutte le altre cittadine della regione. Dall’aeroporto è facile arrivare al centro di Marsiglia e poi da lì scegliere il mezzo più adatto per raggiungere la destinazione scelta. L’altro aeroporto più comodo per arrivare in Provenza è quello della Costa Azzurra, che si trova a Nizza, in questo caso le distanze si allungano e per arrivare in Provenza bisogna fare almeno altri 200 km in auto o treno.

IN AUTO

L’auto è sicuramente il mezzo ideale per visitare la Provenza, quindi necessaria, pertanto se non volete noleggiarla potete usare la vostra e arrivare in Francia attraverso la non bellissima Autostrada dei Fiori che unisce Genova a Ventimiglia, una volta entrati in Francia si prende l’autostrada chiamata Autoroute du Soleil, l’Autostrada del Sole francese che costeggia la Costa Azzurra e conduce in Provenza. Nelle autostrade francesi i caselli di pedaggio autostradale sono molto frequenti, anche a distanza di pochi chilometri. Occhio alle corsie riservate alle carte di credito o ai contanti dove si paga con le monetine da gettare negli appositi cestini. In ogni caso quando potete evitate le autostrade in modo da godere di percorsi più scenografici.

IN TRENO

Il treno “Riviera” di Trenitalia è un diretto che porta a Nizza. Parte da Napoli, Roma, Firenze, Pisa e Venezia. Viaggia di notte arrivando al mattino a Nizza. Da Venezia il biglietto costa circa 50,00 euro, da Napoli, in seconda classe, circa 80,00 euro, per 7 ore di viaggio.
Altro collegamento diretto è quello operato da Thello  per la tratta Milano Marsiglia. Un solo viaggio giornaliero, con partenza da Milano alle ore 15.10 e da Marsiglia alle ore 15.30 con fermate anche a Nizza. Ma ovviamente controllate gli orari che potrebbero cambiare.
Un’altra soluzione è il treno Cuneo-Ventimiglia-Nizza, il più lento ma scenografico, collega, in circa 4 ore, il Piemonte con le Alpi Marittime.

IN AUTOBUS

Ebbene sì c’è un modo comodo e rilassante per arrivare in Provenza ed è l’autobus che permette di godersi il viaggio e il paesaggio senza lo stress della guida. Il mercato dei trasporti in Francia è abbastanza libero, pertanto sono molte le compagnie di autobus che servono la Francia da tutta l’Europa. Per verificare le diverse combinazioni di viaggio collegatevi a GoEuro. Da Milano, Torino e Genova è possibile raggiungere note località della Provenza come Marsiglia e Aix-en-Provence. Le due principali compagnie di bus internazionali che servono la Francia sono OuiBus e Eurolines.

COME MUOVERSI IN PROVENZA

L’ideale per visitare la Provenza è un tour on the road con auto, moto o bicicletta (se siete sportivi), c’è tanto da vedere ma raramente un paese richiede più di una mezza giornata spesso basta qualche ora.
Trattandosi di una zona abbastanza estesa la visita a piedi non è possibile date le importanti distanze tra un villaggio e l’altro, a meno che non siate dei camminatori eccezionali e volete fare della vacanza a piedi il vostro stile di vacanza senza problemi di tempo e di fiato.
Quindi una volta giunti a destinazione, se avete scelto di arrivare con i mezzi pubblici, autobus e treni, occorre noleggiare un veicolo.
I mezzi pubblici vi consentiranno di raggiungere abbastanza facilmente le maggiori località della regione, per i piccoli borghi/villaggi è invece necessaria l’auto o la moto.
Le località maggiori come Marsiglia, Aix-en-Provence, Avignone, Arles, Nîmes e Tolone sono raggiungibili tra loro anche in treno. Info utili qui.
Ribadisco il viaggio on the road in auto vi permetterà di scoprire ogni angolo della Provenza, viaggiando attraverso percorsi incredibilmente suggestivi e per ammirare i campi di lavanda.

LE TEMPERATURE

Vi aspetta una zona che gode di un clima idillico in ogni stagione, sempre gradevole e caratterizzato da temperature miti e precipitazioni quasi assenti. In primavera la brezza è tiepida e i mandorli si ricoprono di fiori bianchi; in estate le temperature medie vanno da una minima di 19°C a una massima di 29°, un caldo comunque asciutto non umido, il paesaggio si tinge del viola della lavanda che si fa largo tra l’oro del grano; in autunno l’atmosfera malinconica e le tonalità del foliage colorano la Provenza e le piogge sono più frequenti ma le temperature continuano a essere gradevoli; l’inverno non è mai troppo rigido e le temperature medie variano infatti tra una minima di 3°C e una massima di 13°C circa.

Rispondi