Inghilterra: 13 Castelli inglesi da non perdere

Andiamo alla scoperta dei castelli più belli e maestosi di tutta l’Inghilterra. Castelli inglesi che hanno ospitato, re, regine, principi e principesse ma anche damigelle e cavalieri. Imponenti fortezze abbarbicate su impervie scogliere, roccaforti che svettano sulla cima della collina, maestosi castelli adagiati su meravigliose baie, affascinanti manieri nascosti nella splendida campagna inglese.

Non entro nel merito dei costi, alcuni sono gratuiti, solitamente quelli in totale rovina, altri a pagamento, il prezzo varia, è tanto, è poco, non sta a me valutarlo, quello che penso è che manutenerli e mantenerli costa certamente molto, e se vogliamo avere la possibilità di vederli in buono stato questi castelli dobbiamo contribuire.

Castelli ancora in ottimo stato e abitati o in totale abbandono e in rovina reduci di un glorioso passato, scopriamo insieme quali sono i castelli inglesi che meritano almeno una visita.

1 – Warkworth Castle, Northumberland 

Warkworth è una fortificazione risalente al VIII secolo, affacciato sul Mare del Nord. Il castello fu  la residenza della potente famiglia Percy, Conti di Northumberland, dal XIV al XVII secolo.

Il castello giocò un ruolo significativo durante la lunga guerra tra Inghilterra e Scozia e fu la dimora di Harry Hotspur, immortalato come un lord ribelle da Shakespeare nella tragedia Enrico IV, Parte I. Parzialmente in rovina è stato restaurato ed ora è proprietà dell’English Heritage.

Il castello è visitabile quasi interamente all’interno. Buona parte delle strutture esterne dell’edificio principale sono in rovina ma ben tenute e molto affascinanti. Vale la pena di fare anche la passeggiata lungo il fiume e, non perdetevi. la visita all’hermitage, piccola dipendenza del castello che custodisce una cappella privata scolpita nella roccia, che io ho adorato, è raggiungibile in barca a remi con un breve attraversamento.

Ubicazione: Castle Terrace, Warkworth, Morpeth NE65 0UJ, Uk. Sito web.

Leggi anche: Scozia 20 Castelli scozzesi da non perdere

Warkworth Castle, Castelli inglesi
Warkworth Castle, Castelli inglesi

2 – Bamburgh Castle, Northumberland

L’imponente residenza dei re del Northumberland doveva necessariamente avere una collocazione migliore rispetto a tutti gli altri castelli inglesi e così è stato. Il Castello di Bamburgh è infatti situato su un impervio affioramento di basalto. Dall’alto dei suoi 36.500 metri quadri domina una vasta spiaggia, la posizione è stupenda. Il sito  ospitava in precedenza una fortificazione di Bretoni autoctoni nota come Din Guarie. 

Il castello cadde in degrado, ma fu restaurato dai vari proprietari nel corso del XVIII e del XIX secolo. Infine, fu acquistato dall’industriale vittoriano William Armstrong, che portò a termine gli interventi di restauro, appartiene tuttora alla famiglia Armstrong ed è aperto al pubblico. Ospita matrimoni e eventi aziendali. A partire dagli anni venti del XX secolo viene usato anche per il cinema, sono stati girati film come Ivanhoe e Maria Stuarda, regina di Scozia.

Il castello è immenso e nelle sue innumerevoli sale sono raccolti cimeli di ogni tipo, di ogni epoca e provenienza. Alcuni ambienti, come la King’s Hall, sono veramente grandiosi e prestigiosi, mentre altri riportano alla vita di tutti i giorni, sebbene sempre di altissimo profilo.
Il personale del castello dispensa informazioni di ogni sorta ed è molto gentile e disponibile nell’intrattenere i visitatori.

Ubicazione: Bamburgh NE69 7DF, Uk. Sito web.

Leggi anche: 12 castelli d’Irlanda da non perdere

Bamburgh Castle, Castelli inglesi
Bamburgh Castle, Castelli inglesi

3 – Alnwick Castle, Northumberland

Alnwick è un castello immenso abitato da oltre 700 anni dai Duchi Percy. La prima parte del castello venne eretta nel 1906 da Yves de Vescy, barone di Alnwick, che lo costruì per difendere i confini inglesi a nord, prevenendo le invasioni degli scozzesi. Venne poi assediato nel 1172 e nel 1174 da Guglielmo “Il Leone” di Scozia, ma lo stesso sovrano scozzese venne catturato appena fuori il castello durante la Battaglia di Alnwick. Nel 1309 il castello venne venduto dal vescovo di Durham al barone Percy e divenne quindi proprietà della famiglia Percy, attuali proprietari. Il primo lord Percy di Alnwick restaurò il castello e la Abbot’s Tower, il Middle Gateway e la Constable’s Tower che sopravvivono ancora oggi. Nel  1404 i Percy si ribellarono a Enrico IV, che assediò il castello.

I  Duchi Percy nel tempo lo hanno arricchito di preziose opere d’arte e rarità di ogni genere. Tra le stanze visitabili, davvero molto belle, una meravigliosa biblioteca con 14.000 libri e la magnifica sala da pranzo, le due aree che ho preferito. Anche i cortili e gli spazi esterni sono bellissimi, curati in ogni dettaglio, visitabili con un’integrazione al biglietto d’ingresso.

Il Castello è perfettamente conservato ed è tutt’ora in parte abitato, è noto per essere stato la scuola di magia Hogwarts nel film di Harry Potter, ragion per cui, forse, l’ingresso non è propriamente economico ma vale la spesa. D’ogni modo è stata la location di numerosi film, non solo la scuola di Harry Potter, i fan, come me, di Downton Abbey, ricorderanno che qui sono state girate le scene di una puntata della quinta stagione e della puntata finale della sesta, nelle quali era Brancaster Castle.

Ubicazione: Alnwick, Northumberland NE66 1NQ, Uk. Sito web.

Leggi anche: Cotswolds Inghilterra, i più bei villaggi della campagna inglese

Alnwick Castle, Castelli inglesi
Alnwick Castle, Castelli inglesi

4 – Chillingham Castle, Northumberland

Sorge nell’omonimo villaggio sul confine scozzese ragion per cui in passato ha rivestito un ruolo strategico durante la battaglia contro il mitico William Wallace, il re Edoardo I, sostò proprio qui.

È uno dei più inquietanti castelli d’Inghilterra, teatro di torture e massacri e ancora oggi custodisce storie macabre e fantasmi. Venne utilizzato come forte dagli inglesi, durante 3 secoli di guerra con i “fratelli” scozzesi, che lo assediarono più volte.

La zona più angosciante del castello è la sala delle torture, dove, nel corso della sanguinosa faida fra Inghilterra e Scozia, vennero torturati e uccisi 7500 scozzesi. Fra i macabri attrezzi presenti ancora oggi, troviamo: una ruota per slogare gli arti, una per schiacciare le mani, letto e sedia di chiodi, e tra i macchinari più sconvolgenti c’è la botte chiodata, che veniva lanciata giù dalla collina con all’interno il malcapitato e altri attrezzi dell’orrore.

Per secoli fra le mura del castello furono attuale le più ignobili atrocità, vennero uccisi uomini, donne e bambini di ogni età. Per questo motivo, il castello di Chillingham, sarebbe fra i più infestati d’Europa. Il fantasma più famoso è blue boy o Radiant Boy, che appariva accompagnato da un urlo disumano, nella Sala Rosa, illuminando una zona del muro di blu. Nel 1920, in seguito ad alcuni lavori di ristrutturazione, in quell’area vennero identificate le ossa di un bambino, morto in seguito ad un avvelenamento da zolfo, che in alcune zone erano blu. Un altro fantasma del castello sarebbe John Sage, il sadico torturatore che uccise centinaia di persone, autore di atroci massacri, bruciò adulti vivi e uccise bambini a colpi d’ascia, all’intero di una sala della fortezza in cui, ancora oggi, ve lo assicuro, si respira una strana atmosfera.

Ubicazione: Chillingham Alnwick, NE66 5NJ, Uk. Sito web.

Leggi anche: I più bei villaggi d’Inghilterra

Chillingham Castle, Castelli inglesi
Chillingham Castle. Castelli inglesi

5 – Longford Castle, Wiltshire

Il Castello di Longford si trova lungo le rive del fiume Avon, a sud di Salisbury, immerso in una splendida campagna e circondato da parchi e giardini. Da tre secoli è la residenza della famiglia dei Conti di Radnor e uno dei migliori esempi di prodigy house, che sono le grandi e appariscenti case di campagna inglesi di epoca elisabettiana.

Una residenza davvero bella, stanze sontuose e ricche di opere d’arte, vanta una delle più importanti collezioni private di opere d’arte in Inghilterra:  dipinti e manufatti antichi, gli appassionati d’arte non possono perdere questa tappa. Le visite sono organizzate anche dalla National Gallery.

Ubicazione: Longford Castle, Bodenham, Salisbury SP5 4ED, Uk. Sito web.

Cotswolds: cosa vedere nel giardino d’Inghilterra

Longford Castle, castelli inglesi
Longford Castle, castelli inglesi

6 – Leeds Castle, Kent

Leeds Castle venne costruito nel 1119 dai Normanni, è stato residenza reale, prigione e fortezza. Nei suoi 900 anni di storia è stato la residenza delle più importanti regine medievali, tra cui la prima moglie di Enrico VIII, Caterina d’Aragona.

L’ubicazione del Castello è molto scenografica: sorge su due isolotti di un laghetto circondato da rigogliosi giardini, prati verdissimi e un’ampia tenuta boschiva. Questo ha fatto sì che Leeds Castle sia stata spesso l’ambientazione naturale di sontuose feste della monarchia e anche l’ultima proprietaria, Lady Baillie, ereditiera americana, lo aveva scelto come casa di famiglia e luogo per le feste.

Leeds Castle è un bellissimo castello in stile medioevale e rinascimentale con tanto di ponte levatoio e mura. All’interno si ammirano le sale arredate in stile medievale con vista lago, ceramiche, dipinti di Cranach il Giovane, Giovan Battista Tiepolo e altri. Si possono visitare anche i giardini, perdersi nel labirinto di siepi, visitare la grande area con le voliere, passeggiare nel bosco, cimentarsi con i falconi addomesticati, sfamare i cigni.

Essendo uno dei castelli più famosi e visitati d’Inghilterra, se volete fare la visita più in tranquillità il periodo migliore è fuori stagione, da ottobre a marzo.

Ubicazione: Broomfield, Maidstone ME17 1PL, Uk. Sito web.

Leeds Castle, Castelli inglesi
Leeds Castle, Castelli inglesi

7 – Dover Castle, Kent

È il più grande dei castelli inglesi e sorge sul mare, posizione che gli valse l’appellativo di “Key to England” per il ruolo di protezione delle coste del sud. La sua costruzione inizia nel XII secolo. Si ritiene che il sito dove sorge il castello fosse già stato fortificato in precedenza, forse nell’Età del Ferro, di sicuro lo era al tempo della Conquista della Brittannia nel  43.

Il castello regala un panorama eccezionale, è molto ben conservato e imponente da fuori e ha tantissime cosa da visitare all’interno, quindi vi consiglio di avere a disposizione almeno 2/3 ore. All’interno, tra le cose che si possono vedere: il museo dell’esercito della regina che occupa gli edifici più bassi vicino alla torre, la Great Tower fatta costruire da Enrico II, che vi sconsiglio di non perdere, dove sono stati ricostruiti gli ambienti medievali del castello, come la cucina. Qui è possibile sedersi sul trono del re e della regina, ci sono le gallerie sotterranee della seconda guerra mondiale e anche le gallerie medievali. Si possono visitare anche il faro romano, la chiesa anglosassone e l’ospedale sotterraneo.

Una pecca è la mancanza di audio guide, quindi la difficoltà per chi non comprende bene l’inglese, di seguire le spiegazioni.

Ubicazione: Castle Hill Rd, Dover CT16 1HU, Uk. Sito web.

Leggi anche: Sud Est Inghilterra, cosa vedere tra scogliere a picco sul mare, baie inaspettate e villaggi fatati (diario di viaggio)

Dover Castle
Dover Castle

8 – Bodian Castle, East Sussex

Il castello di Bodiam è una fortezza risalente al XIV secolo, è noto soprattutto per la sua caratteristica posizione, al centro di un grande fossato completamente pieno d’acqua, è raggiungibile attraverso il caratteristico ponte di legno. Fu fatto costruito nel 1385 da un ex cavaliere di Edoardo III, molto probabilmente, per difendere l’area da eventuali invasioni francesi durante la famosa Guerra dei Cento Anni.

È stato abitato per generazioni dalla famiglia Dalyngrigge finché la loro stirpe non si estinse, poi acquisito a seguito di matrimonio dalla famiglia Lewknor. Durante la Guerra delle Due Rose venne assediato, non vi sono  informazioni sulla durata dell’assedio, tuttavia si pensa che Bodiam sia stato consegnato senza opporre resistenza.

Il castello ha pianta quadrata, le sue varie stanze sono costruite lungo le mura difensive esterne e nei cortili interni. I suoi angoli e l’ingresso sono contrassegnati da torri e difese da merli. Una rivisitazione con figuranti mostra ai visitatori come si svolgeva la vita durante il medioevo, il conio delle monete, l’addestramento degli arcieri, la preparazione del cibo e altro.

Ubicazione: Bodiam, Robertsbridge TN32 5UA, Uk. Sito web.

Bodiam Castle, castelli inglesi
Bodiam Castle, castelli inglesi. Ph @odhunte

9 – Arundel Castle, West Sussex

Un grandioso castello medievale che risale ai tempi di Guglielmo il Conquistatore, infatti fu costruito attorno al 1067, gravemente danneggiato durante la guerra civile inglese nel 1600 e fu ricostruito tra il 1700 e 1800. Si è trovato coinvolto in tutti i momenti storici inglesi più importanti oltre alla guerra civile anche le due guerre mondiali.

Da oltre 800 anni è la dimora ufficiale del Duca di Norfolk e quindi uno dei castelli abitati più vecchi dell’Inghilterra. Molto amato dai turisti per i suoi meravigliosi interni: la bellissima biblioteca, le sale e le sfarzose camere da letto. Il castello contiene numerosi dipinti di Van Dyck, Holbein e Constable, tra i tanti. Vale anche la pena visitare la sala delle armature e la spada di Bevis che era un guardiano del castello che si racconta fosse altissimo.

Arundel Castle ospita anche una chiesa unica sia anglicana che cattolica, le due religioni sono separate da una vetrata. Nel periodo estivo il castello di Arundel ospita anche molti eventi e in agosto l’annuale Arundel Festival, in aprile/maggio il festival dei tulipani. Il castello è spesso usato nel cinema e a volte fa la parte del castello di Windsor, vista la somiglianza.

Si trova appena ai margini del centro storico di Arundel, visitate anche la cittadina che esiste da prima dell’arrivo dei Romani ed è molto carina.

Ubicazione: Arundel BN18 9AB, Uk. Sito web.

Bodian Casyle, castelli inglesiArundel Castle, castelli inglesi

10 – Dunster Castle, Somerset

Il castello svetta sulla collina di Tor e sorveglia la cittadina. Esiste da prima dell’invasione Normanna e fino alla fine del 1100 era completamente in legno. Per quasi 600 anni è appartenuto alla famiglia Luttrel, che lo acquistò alla del 1300 e ci abitò fino al 1976 quando il castello e i terreni furono donati al National Trust.

Nel nel periodo Tudor, i Luttrell, trasformarono il castello in villa. Nel 1800 fu nuovamente rinnovato trasformandolo in uno stile neo-gotico, in voga a quei tempi, e così è rimasto. L’architetto che ci lavorò era Anthony Salvin, celebre anche per i lavori di Alnwick Castle. Del castello medievale non è rimasto nulla, se non la grande torre e le rovine di alcune torri.

Il castello può essere visitato in primavera ed estate, gli iscritti al National Trust lo visitano gratuitamente. Tra le cose da vedere, oltre agli interessanti interni, un ritratto, risalente all’epoca Tudor, di John Luttrell che lo mostra insieme alle tre grazie e diverse dee greche, gli splendi giardini e nel parco diverse specie di pipistrelli. Sempre il parco offre uno splendido punto di vista sul Bristol Channel. Potrete anche visitare un vecchio mulino ad acqua perfettamente funzionante.

Ubicazione: Dunster, Minehead TA24 6SL, Uk. Sito web.

Leggi anche: Cosa vedere a Bath in due giorni

Dunster Castle, castelli inglesi
Dunster Castle, castelli inglesi

11 – Tintagel Castle, Cornovaglia

Le leggende della Cornovaglia raccontano che Tintagel ha dato i natali a Re Artù e che addirittura sarebbe nato nel castello di Tintagel e allevato da Merlino, il potente mago, poco importa che in realtà non sia mai realmente esistito. Una  semplice leggenda perché le rovine, ormai ridotte in macerie, risalgono all’epoca medievale, quindi successiva rispetto al condottiero.

Nonostante questo attrae turisti a frotte che, per ammirare i resti del castello, si avventurano inerpicandosi su per una salita alquanto impervia e molto spesso fangosa. In realtà, risulta anche difficile immaginare che lì ci fosse un castello, vista la situazione attuale, resta il fatto che appare un luogo magico quasi inaccessibile, su un promontorio che una volta raggiunto ti permette di godere di una vista mozzafiato. Portatevi scarpe adatte.

Tra le scogliere si scorge una grotta, accessibile solo col favore delle maree, per poche ore; si racconta che quella grotta fosse il luogo dove Merlino esercitava i suoi poteri di mago e chiaroveggente.
Tintagel viene citata ripetutamente su antichi testi legati alla mitologia dell’epoca, i quali sostengono che un tempo qui sorgesse un castello incantato capace di scomparire due volte all’anno. Cosa che è tuttora confermata dagli abitanti, che sostengono che il castello non è visibile in due momenti: una volta in inverno e una volta d’estate, a causa delle nuvole basse e della nebbia.

Ubicazione: Castle Rd, Tintagel PL34 0HE, Uk. Sito web.

Leggi anche: Visitare la Cornovaglia cosa vedere, come arrivare e altre informazioni

Tintagel Castle
Tintagel Castle, Castello Re Artù

12 – Corfe Castle, Dorset

I resti del Castello di Corfe spiccano sulle verdi colline di Purbeck, di fronte al canale della Manica. Una fortezza inespugnabile, costruita nel XI secolo da Guglielmo il Conquistatore. È stato roccaforte reale, finché la Corona Inglese lo vendette, nel XVI secolo. Dapprima al cancelliere Reale, per poi passare nelle mani di John Bankes, un realista (fedele al Re Carlo I) con incarichi governativi, all’inizio del XVII secolo.

Un interessante aneddoto legato al castello racconta che Mary Bankes ha compiuto una delle imprese militari più coraggiose di tutti i tempi. I fatti risalgono alla guerra civile inglese, quel brevissimo periodo della storia d’Inghilterra durante il quale non fu un regno ma una Repubblica, periodo durante il quale la nazione si divise in due fazioni principali: le “roundheads”, sostenitori del partito del parlamento, e i “cavalier”, realisti, seguaci di re Carlo I.

Quando il Dorset era praticamente ormai in mano alle truppe dei parlamentaristi e la fortezza di Corfe era rimasta ultimo baluardo per i fedeli di Carlo I della regione. La signora Banks rimasta al castello con le sei figlie, le serve e una forza militare di soli cinque uomini, subì un attacco da un manipolo di parlamentaristi di 200/300 uomini, e nonostante la disparità di forze in campo (un gruppo di sole donne e cinque soldati contro centinaia di uomini armati), il gruppo capitanato dalla Castellana resistette per diverse settimane. Il coraggio della Bankes impressionò i parlamentaristi che non solo le concessero di aver salva la propria vita e quella della sua corte, ma le lasciarono anche le chiavi del castello.

Il castello è raggiungibile anche con un caratteristico treno  a vapore che ferma proprio sotto il castello.

Ubicazione: The Square, Corfe Castle, Wareham BH20 5EZ, Uk. Sito web.

Leggi anche: Cosa vedere a Bristol in un giorno

Corfe Castle, castelli inglesi
Corfe Castle, castelli inglesi

13 – Highclere Castle, Hampshire

Una dimora vittoriana immersa nell’autentica campagna inglese, quella campagna che è nell’immaginario di tutti noi. La tenuta di mille acri, il cui parco è stato progettato nel 1774 da Lancelot Brown, è la residenza di campagna del Conte Carnarvon. Il conte amico della regina Elisabetta II nonché responsabile delle sue scuderie. Il famoso Porchie, al secolo Henry George Reginald Molyneux Herbert, settimo conte di Carnarvon, chi ha seguito The Crown conosce sicuramente.

Il castello sorge sul sito di un palazzo medievale dei vescovi di Winchester, proprietari della tenuta per otto secoli. Dal 1679 è la casa della famiglia Carnarvon. La dimora ha altri legami con cinema e serie tv, è infatti l’ambientazione della serie Downton Abbey, che gli appassionati lo riconosceranno. Inoltre,  il salone, è stato utilizzato nel film Eyes Wide Shut.

Entrando ci sono il salotto, la libreria, il grande salone con la scala in legno e il ballatoio da cui si affacciano le Lady Crowley, cosi come li avete visti nella serie. Al piano superiore per ogni camera da letto c’è l’indicazione del personaggio che ha occupato la stanza nella finzione.

Il castello vanta una collezione egizia da fare invidia a un museo, grazie alle spedizioni che il quinto conte di Carnarvon ha fatto in Egitto fra la fine dell’Ottocento e inizio Novecento. Il conte, che nelle spedizioni, era accompagnato da Howard Carter, archeologo ed egittologo, che ha scoperto la tomba di Tutankhamon, aveva acquistato la concessione per scavare per 16 anni nelle zone della valle dei Re e del Delta del Nilo. Negli anni ottanta, le opere di maggior pregio, che alla sua morte furono vendute al Metropolitan Museum per pagare i debiti, sono state in parte recuperate dalla famiglia e si possono ammirare.

Ubicazione: Highclere Park, Newbury RG20 9RN, Uk. Sito web.

Highclere Castle, castelli inglesi
Highclere Castle, castelli inglesi

Sappiate solo che questi non sono gli unici castelli che incontrerete nelle verdi terre oltre Manica, quindi tenete gli occhi ben aperti!

Rispondi