I villaggi più belli di Scozia, isole comprese!

I più bei villaggi di Scozia, borghi pittoreschi da scoprire durante un viaggio in Scozia. Al momento non possiamo viaggiare, lo faremo appena sarà possibile, intanto possiamo usare l’immaginazione, nessuno può impedirci di sognare.

Chi conosce la Scozia e l’ha già visitata conosce la sua magia, la sua splendida natura e in suoi incredibili paesaggi oltre agli incredibili borghi e villaggi di cui la magica Alba è ricca.

Per i più la Scozia è rinomata per le sue città storiche, come Edimburgo o St Andrews, ma quando visiti la Caledonia bisogna andare oltre.
Difficile stilare una classifica, dato l’imbarazzo della scelta, mi limiterò a fare una lista di villaggi e cittadine molto affascinanti e pittoresche che meritano di essere scoperte, che da soli valgono il viaggio e che non dimenticheremo molto facilmente.

Al momento non possiamo viaggiare, lo faremo appena sarà possibile, in ogni caso possiamo sognare possiamo però

PORTNAHAVEN (Isola di Islay)

Si trova nell’sola di Islay, l’isola del Whisky, l’indiscussa Regina delle Ebridi che vanta molti villaggi stupendi come Port Charlotte, Port Ellen, Port Askaig, Bowmore. ma Portnahaven ha su di me un fascino particolare sarà per quella fila di cottage imbiancati a calce con in tetti in ardesia e gli usci colorati, perlopiù rossi e blu, collocati ai lati di una piccola baia, lì a sorvegliare una piccola spiaggia di sabbia e rocce scure dove a riva galleggiano piccole imbarcazioni. Vuoi perché è il più appartato dei villaggi dell’isola, quello che scopri dopo chilometri di single track e numerosi stop nelle ricorrenti passing place utili ad ammirare il paesaggio e soprattutto le pecore.

Un posto tranquillo al di fuori della breve stagione principale, quando i vecchi cottage di pesca convertiti in case vacanza restano disabitati e questo è esattamente ciò che rende Portnahaven così speciale, un’atmosfera serena e una posizione mozzafiato dove non c’è niente di più rilassante che trascorrere il tempo ad ammirare le foche e qualche pescatore all’opera.

Leggi anche: Come organizzare un viaggio in Scozia

Portnahaven
Portnahaven

TARBERT (Argyll and Bute)

Un luogo intimo e appartato nell’estremo nord della penisola di Kintyre, situato intorno all’East Loch Tarbert, un’insenatura del Loch Fyne. Una zona affascinante anche perché non troppo battura dai turisti.

Vi attende il caratteristico porticciolo gremito di imbarcazioni circondato da abitazioni e palazzetti colorati che ospitano pub, ristoranti e negozi che pullulano Harbour Street.

Vi consiglio di raggiungere le rovine del Castello di Tarbert, del castello resta poco, solo poche pietre a ricordare quella che fu un’importante fortezza medievale, ma da lì è possibile godere di uno splendido panorama sul loch, i suoi isolotti e i promontori boscosi che lo circondano.

Leggi anche: Scozia, come scegliere l’alloggio

Tarbert
Tarbert

BRODICK (Isole di Arran)

Arran è l’isola più grande del Firth of Clyde, il fiordo del fiume Clyde. Cominciamo col dire che l’isola di Arran è soprannominata la “Scozia in miniatura” per il suo essere un concentrato di Scozia in quanto offre un po’ di tutto ciò che rende la magica Alba speciale. Un territorio ricco di contrasti: montagne scoscese, profonde valli, roccia e brughiera,  spiaggette con sabbia bianchissima, distillerie di whisky e, naturalmente, alcuni incantevoli villaggi come Brodick appunto, che è per me il più interessante.

A Brodick troviamo tutto quello che serve per stare bene e quindi ristoranti, interessanti pub, alloggi di vario tipo e tanta ospitalità, arte della quale gli scozzesi sono maestri. Brodick si colloca lungo la costa est dell’isola e in quanto degna rappresentante dell’intera Scozia, ha il suo castello il Brodick Castle. Residenza signorile nel tipico stile baronale scozzese, già dimora dei duchi di Hamilton, ora gestita del National Trust for Scotland.

Per tutto il resto non vi resta che andare alla scoperta di Brodick e dell’intera Isola di Arran!

I migliori alloggi in Scozia per un on the road

Brodick
Brodick

TOBERMORY (Isola di Mull)

Il pittoresco villaggio di Tobermory è la città principale dell’isola di Mull nelle Ebridi. La sua caratteristica è il porticciolo davvero suggestivo grazie alla fila di case dai colori accesi che sono oggetto di molte cartoline. Tobermory deriva dal gaelico Tobar Mhoire e significa letteralmente “fonte di Maria” e fa riferimento ad un’antica fonte dedicata alla Vergine Maria.

Fondata nel 1788 come porto di pesca venne appositamente progettata dall’ingegner Thomas Telford. Leggenda narra che proprio qui, nel 1588 sia affondata una nave spagnola carica d’oro e che la nave con il suo carico ciaccia ancora nelle acque della baia.
Ci vivono meno di mille abitanti ma nonostante i pochi abitanti non manca nulla hotels, caffè, ristoranti, negozi, (raggiungibile con una passeggiata), una famosa distilleria Tobermory Distillery e un birrificio, entrambi visitabili con tour guidati.

Concedetevi una passeggiata al faro, magari dopo un pranzo al CAFÉ FISH, in splendida posizione sul porto.

Scozia: Stonehaven e Dunnottar Castle

Tobermory
Tobermory

PORTREE (Isola di Skye)

È Il capoluogo dell’isola di Skye, Portree in lingua gaelica significa porto del re (Port Righ). Questo fa supporre che il sovrano interessato sia Giacomo V di Scozia, la cui visita risalirebbe alla prima metà del XVI secolo.

Portree è uno splendido borgo con un pittoresco porticciolo incorniciato dalle splendide dimore colorate, che riflettono la loro immagine sull’acqua e che sono l’immancabile oggetto di scatto dei viaggiatori. Sullo scenografico porto naturale potrete vedere le barche dei pescatori che, ogni mattina, si apprestano a svolgere il proprio lavoro permettendo così ai ristoranti di avere sempre una ricca e fresca offerta di pesce.

A Portree, se il tempo lo permette, concedetevi una passeggiata lungo lo Sco Scorrybreac Circuit, un percorso ad anello da fare a piedi che inizia a meno di un chilometro dal centro e che si snoda per tutta la parte nord della baia, e che regale splendide vedute.

Oltre ad essere uno dei villaggi più belli di Scozia ha una ricca offerta di locali e ristoranti, è quindi il luoghi ideale dove soggiornare per visitare l’isola. Una cittadina dal clima è allegro, vivace e dinamico. A fine giornata è d’obbligo quindi concedersi una cena in uno dei tanti ristoranti, vi consiglio Cuchullin, dove assaggiare il salmone e mi raccomando prenotare sempre. Il ristorante più famoso della città è Sea Breezes, anche questo molto valido.

Scopri qui cosa vedere nell’Isola di Skye

Portree
Portree

PLOCKTON (Highland)

La pittoresca città portuale di Plockton si trova sulla costa occidentale delle Highlands, affacciata sul Loch Carron. con l’oceano dietro l‘angolo e le montagne ad abbracciarla. Per scoprirla occorre una deviazione dalla strada principale ma vale la pena farla perché è uno dei villaggi più fotografati di tutta la Scozia. Un luogo fiabesco fatto di cottage affiancati l’uno all’altro che seguono la curva naturale di terra che circonda il porticciolo.

Un tempo Plockton era un villaggio dove c’erano solo pascoli e fattorie tanto da essere soprannominato Baile na Bochdainn, ovvero “villaggio dei poveri”, poi il proprietario delle sue terre decise di sfruttare il potenziale del porto trasformandolo in villaggio di pescatori, così vennero costruite nuove case sul lungolago. Lo sviluppo del villaggio avvenne con la costruzione della ferrovia di Inverness, nel 1800 e divenne il villaggio che è ora. Oggi il suo soprannome è “Gioiello delle Highlands”.

Plockton è un villaggio molto ambito dagli sposi per celebrare il proprio matrimonio. La cornice tra lago, mare e montagne è delle più romantiche, è possibile affittare l’intero villaggio e scambiarsi la promessa d’amore sotto un gazebo montato nel giardino del Municipio. Chi preferisce un matrimonio religioso, può celebrarlo nella chiesetta del paese e chi lo vuole assolutamente originale può farlo a bordo di un’imbarcazione, magari all’ora del tramonto.

Oggi il villaggio vanta numerosi hotel, bed and breakfast e guest house frequentati tutto l’anno.

Leggi anche: Scozia, alla scoperta della North Coast 500

Plockton
Plockton

SHIELDAIG (Highland)

Si trova nei pressi di Torridon, lungo la costa ovest, a nord del ponte che porta all’Isola di Skye, incorniciata tra le montagne è la cittadina più grande di questo articolato tratto costiero. Shieldaig, villaggio schivo e fuorimano è decisamente il più pittoresco dei villaggi della zona. Perfettamente incastonata in una suggestiva baia è il luogo ideale per una vacanza all’insegna di pace e relax ma al tempo stesso un’ottima base per scoprire la zona.

Le caratteristiche case imbiancate a calce affacciate sulla baia del Loch Shieldaig vi ruberanno molti scatti. Una soluzione per visitare la suggestiva baia di Shieldaig e il Loch Torridon che comincia appena più a nord è imbarcarsi  – prendete parte a uno dei fantastici tours che salpano ogni giorno direttamente dal molo, tempo permettendo.

Leggi anche: Scozia on the road, da Drumberg a Edimburgo (diario di viaggio – seconda parte)

Shieldaig
Shieldaig

CROVIE (Aberdeenshire)

Uno dei villaggi di pescatori meglio conservati di tutta Europa, vanta molte caratteristiche in comune con la vicina Pennan, una differenza consiste nel fatto che non è possibile arrivarci in auto, l’auto va lasciata nel parcheggio che si trova in cima alla scogliera, perfino agli stessi residenti non è consentita la circolazione in auto e trasportano i loro acquisti con la carriola a piedi lungo la discesa.

Anche qui una fila di casette sussistenti su un’ancor più stretta lingua di terra, così stretta da poter essere attraversata solo a piedi, infatti di fronte la fila di cottage solo un sentiero pedonale, oltre il quale il mare e l’orizzonte infinito, praticamente le abitazioni sono baciate dal mare e non di rado le onde bussano alla porta. E saranno l’unico segnale dal mondo esterno, qui la pace è incredibilmente tangibile, nessun segnale telefonico, niente negozi e la maggior parte delle abitazioni viene utilizzata durante l’estate come casa di villeggiatura, se cercate una vacanza fuori dal mondo – esperienza da fare prima o poi nella vita – è il luogo che fa per voi. In questo remoto, meraviglioso angolo di Scozia perennemente sorvolato dai gabbiani potrete rilassarvi con i piedi a mollo respirando l’odore di salsedine, seduti a bordo mare ammirando meravigliosi tramonti sfumare in mare.

Non escluderei una vacanza d’inverno a godere dell’atmosfera vera di questo eccezionale sperduto luogo di mare, seduti accanto al fuoco a udire il vento che batte alle finestre o godere della straordinaria immagine delle onde che si abbattono sul molo.

Scopri gli altri villaggi sulla costa del Moray Firth

Crovie
Crovie

PITTENWEEM (East Neuk of Fife)

Un altro meraviglioso villaggio che è diventato punto d’approdo e di rifugio per artisti provenienti da tutta Europa! Anche qui viottoli acciottolati, il porto ricolmo di pescherecci ondeggianti, circondato dai tipici cottage dell’East Neuk.

Qui più che in ogni altro villaggio della zona si nota l’influenza fiamminga nell’architettura degli edifici, dovuta agli scambi commerciali con i Paesi Bassi, scambi che avvenivano con frequenza nel passato. Ne sono simbolo le tegole rosse o nere dei ripidi tetti a gradoni.

Pittenweem è il porto più attivo dell’East Neuk of Fife. Fate un salto al mercato del pesce che vi regalerà un’atmosfera vivace e chiassosa. Di prima mattina, non di rado, si vedono i pescatori scaricare il frutto del loro lavoro: casse stracolme di gamberi, granchi, aragoste e molto altro.

A Pittenweem bisogna fermarsi a guardare la casa del Capitano James Cook, nota come Gyles. Dal porto salendo verso High Street troverete stretti vicoli dove affacciano interessanti casette. Il vicolo più interessante è Cove Wynd, vicolo della grotta, dove si trova una delle attrazioni principali appunto la Grotta di San Fillan. Leggenda racconta che St Fillian, santo scozzese di origini irlandesi con poteri miracolosi, usasse la grotta per scrivere i suoi sermoni completamente al buio perché la luce proveniva dal suo braccio. Oggi la grotta è considerata un santuario, per accedervi è necessario chiedere le chiavi al The Cocoa Tree Shop o The Little Gallery.

Fermatevi per una pausa culinaria base di pesce o per un tè con scones a The Dory Bistro and Gallery.

Qui vi racconto degli tutti gli splendidi villaggi dell’East Neuk of Fife

Pittenweem
Pittenweem

CULROSS (Fife)

Magistralmente collocato fra il Firth of Forth e le dolci colline del Fife, Culross è uno dei borghi scozzesi meglio conservati.

Visitare Culross è fare un salto nel diciassettesimo secolo, vi aspettano viuzze acciottolate dove affacciano antiche dimore con i tetti di tegole rosse, qui i 20 edifici del borgo sono tutelati dal National Trust of Scotland, emblema del villaggio è il bellissimo Culross Palace, vi colpirà subito, un edificio color ocra costruito fra il 1597 e il 1611 da Sir George Bruce. Si trova al centro del villaggio e merita una visita per i suoi splendidi interni con stanze dai soffitti a cassettoni e dai ricchi decori in legno, oltre al suo bucolico giardino con fiori, un lussurreggiante orto, alberi da frutto, distribuiti su terrazzamenti a gradoni che rappresentano il tipico giardino del diciassettesimo secolo.

Altro edificio interessante è il Toolboth o Town House, il municipio del villaggio, costruito nel 1626, è stato carcere e tribunale. La sua facciata con la torre con l’orologio lo rendono peculiare. Incamminatevi in Kirk Street per scorgere le rovine dell’abbazia costruita nel 1217 per i monaci dell’ordine cistercense, da qui potrete godrete della più sensazionale vista panoramica sul villaggio.
E se siete fans di Outlander, saprete sicuramente che Culross è una delle location della serie tratta dai romanzi di Diana Gabaldon.

Leggi anche: Scozia on the road, da Edimburgo a Drumberg (diario di viaggio – parte prima)

Scorcio del Culross Palace
Scorcio del Culross Palace

MILLPORT (Great Cumbrae)

L’unica città dell’isola di Great Cumbrae nel Firth of Clyde al largo della costa occidentale e vicino alle splendide isole di Bute e Arran. Ospita anche la più piccola cattedrale della Gran Bretagna, la Cattedrale delle Isole, costruita nel 1851 con i soldi del conte di Glasgow e progettata da William Butterfield. Millport si trova sul lato sud dell’isola sulla Millport Bay.

Si è sviluppata nel XVIII secolo come base per i funzionari doganali per aiutare a monitorare il passaggio delle navi nel Clyde. Gran parte della città risale all’epoca vittoriana, quando divenne un luogo turistico popolare per i visitatori di Glasgow.

Leggi anche: 20 Castelli scozzesi da non perdere

Millport
Millport

Mi fermo qui ma ovviamente la lista potrebbe continuare. Ma, per quelli di voi che la scozia l’hanno già visitata, quel è o quali sono i villaggi del cuore, quelli che sono rimasti indelebili nei vostri occhi? 

 

21 thoughts on “I villaggi più belli di Scozia, isole comprese!

  1. Dei miei carissimi amici sono stati in Scozia tra il 2018 ed il 2019 e con i loro racconti e descrizioni mi avevano messo la voglia di andarci, poi il 2020 sappiamo come è andato -.- Comunque nel 2021 non mi ferma nessuno! Riprenderò a viaggiare e questo luogo è in cima alla lista! Salvo il blog post!

  2. Che bella la Scozia, è da molto tempo che desidero visitarla ma per un motivo o per un altro non l’ho ancora fatto… Devo rimediare e grazie alla tua guida ora conosco dei piccoli luoghi caratteristici da esplorare. Bellissime foto. – Paolo

    1. Grazie Paolo, ti consiglio di non rimandare la Scozia a lungo perché è davvero un luogo incredibile. Da vedere e rivedere almeno questo è quello che accade ai più. Per qualsiasi info il blog è pieno di articoli sulla Scozia e io sempre a disposizione per qualsiasi informazione o suggerimento.

  3. Come si fa a sceglierne uno solo? Impossibile! Sono davvero tanti e tutti diversi tra loro. Credo Brodick e l’Isola di Sky sono a mio avviso imperdibili ma anche Tarbert secondo me merita. Lo immagino come il più autentico!

  4. Ho sempre voluto visitare la Scozia, anche quella meno conosciuta, fuori dai soliti circuiti turistici: grazie per le dritte!

  5. Visitare la Scozia è uno dei miei sogni. Con questo articolo mi hai dato veramente tanti spunti per organizzare il viaggio 🛤

  6. La Scozia è nella mia lista desideri fin da piccola (ho sangue scozzese tra l’altro), ma stupidamente non ci sono ancora andata. Questo tuo articolo è eccezionale e mi hai fatto viaggiare virtualmente!

Rispondi